Villani promosso, la gioia di Gigi Bove: “Scusate il ritardo, finalmente Ci siamo…”

I complimenti anche del papà Mario: "Ha dimostrato tutto il proprio valore"

Gigi Bove
Gigi Bove

Una rimonta pazzesca, incredibile. Solo chi conosceva le potenzialità dei ragazzi poteva continuare a crederci. Il Circolo Villani taglia il traguardo della serie C recuperando nelle ultime due giornate sei punti ai Nuotatori Salerno. Primi per differenza reti e grande consapevolezza nei propri mezzi. Nello sport vince chi ci crede maggiormente ed ha più fame. I gialloblù, dopo un anno di digiuno forzato, non si sono lasciati sfuggire la possibilità di tornare in serie C. L’amarezza di quella promozione sfuggita all’ultimo secondo un anno fa era tanta, ma si è deciso di puntare su un gruppo giovane che potrà far parlare di sé. A guidarli lo stesso Luigi Bove protagonista di una cavalcata analoga due stagioni fa con la Libertas Maddaloni. “Fino a due settimane fa ogni possibilità di essere promossi era minima. Siamo stati bravi a non mollare e pensare solo a vincere. Una vera e propria impresa, più faticosa, ma più bella. Con la Libertas ero allenatore e giocatore, quest’anno dopo un paio di giornate ho preferito rimanere in panchina e la scelta è stata indovinata. Per la serie scusate il ritardo, ma ora ci siamo”. In questa promozione ci sono i consigli del papà Mario che potrebbe aver trovato un degno successore: “La vittoria è dedicata a lui – continua Gigi – e lo aspettiamo a braccia aperte. La gioia è grande, ma diversa rispetto al passato. Una volta ero io a prendermi la squadra sulle spalle, le responsabilità dell’ultimo tiro. Ora devo trasmettere la giusta carica e grinta alla squadra. Un ruolo quasi impotente rispetto a prima, ma mi sto abituando”. I giusti meriti gli vengono riconosciuti anche dal suo maestro Mario Bove, che dopo avergli insegnato tutto sulla pallanuoto, gli sta trasmettendo la stessa voglia di allenare: “E’ tutta farina del suo sacco – ha detto emozionato – perché Gigi conosceva il valore della squadra e non ha fallito. Sono contento, il Circolo e tutto lo staff meritano questa soddisfazione”.