IL PUTIFERIO. Serie C nel caos, rabbia in D. Ghirelli furioso: “Chi ha fatto circolare la lettera? Sul campionato…

Francesco Ghirelli

CASERTA – Un vero e proprio caos accaduto nelle ultime ore. Il presidente Francesco Ghirelli urla al tradimento per le voci che sono trapelate in merito ad una lettera del Consiglio Direttivo riunitosi sabato. Essa comprende la decisione di sospendere definitivamente tutti i campionati di Lega Pro con la promozione delle prime della classe dei tre gironi: Monza, Vicenza e Reggina. Ai tre club dovrebbe poi aggiungersi un quarto sorteggiato, procedendo con un criterio simile a quello dei play-off. Ma non solo.

I 5 POSSIBILI PROVVEDIMENTI. 1) la definitiva sospensione del Campionato Serie C della stagione sportiva 2019/2020;
2) il blocco delle retrocessioni dalla Serie C al Campionato LND al termine della stagione 2019/2020;
3) la promozione alla Serie B di quattro società: le tre società che, alla data odierna, risultano prime in classifica nel rispettivo girone di Serie C ed una quarta società individuata tramite sorteggio tra tutte quelle che, alla data odierna, risultano in una posizione di classifica, nel rispettivo girone di Serie C, che consentirebbe loro l’accesso alla fase play off: il sorteggio dovrà essere effettuato utilizzando lo stesso format/tabellone previsto per la disputa dei Play off; in questo modo l’Avellino potrebbe ritrovarsi clamorosamente in Serie B in virtù del decimo posto in classifica.
4) il “blocco” dei ripescaggi in Serie C per la stagione 2020/2021 in conseguenza del maggior numero di club che, con il “blocco” delle retrocessioni di cui al par. 2) che precede, avrebbero titolo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie C 2020/2021.
5) il mantenimento di eventuali ripescaggi in Serie B per la stagione 2020/2021.

Un episodio dunque che ha scatenato la rabbia del presidente di Serie C, come dimostrano le sue parole che non sono tardate ad arrivare.

LA RISPOSTA DI GHIRELLI. Sono arrabbiatissimo con chi ha fatto circolare pubblicamente la lettera. I presidenti l’avevano per preparare l’assemblea. Perché lo ha fatto questo scienziato? Ha ottenuto che una proposta da sottoporre all’assemblea è diventata oggetto di dibattito esterno e di pressione sui presidenti. Ed, ora, leggo anche sulla Lega. Stiamo sereni, ago e filo, perché poi dovranno ognuno di loro dire , in consiglio federale, che cosa vorranno fare. Stiamo, tutti tranquilli, la proposta sarà sottoposta al consiglio federale che è il dominus. La chiusura la deve deliberare il Consiglio federale, certamente tenendo in grande considerazione la delibera, ove ci fosse, dell’assemblea di Lega Pro. Ma come si fa a discutere senza una proposta? Per questo doveva rimanere la proposta all’interno della Lega proprio per correttezza istituzionale ed, anche, per evitare prese di posizioni senza senso di qualche componente che è meglio che studi la regolamentazione federale. In merito alle singole ipotesi non mi esprimo per correttezza all’assemblea. Non voglio ricordare il passato a chi parla di spirito di squadra, per non alzare la polemica e per amor di patria.Questa confusione cerca di far dimenticare il secondo punto all’odg in assemblea. Per essere credibili come Serie C dobbiamo sapere che il maledetto virus ha solo accelerato e drammatizzato la situazione già complicata e quindi dobbiamo procedere verso il cambiamento. Non parliamo di aggiustamenti; con PwC, ci siamo posti il tema del Piano Strategico  per la serie C. Dico le parole chiave : DISCONTINUITÀ per ripartire in modo strutturato , per RIFORMARE e REINVENTARE. Dobbiamo avere il CORAGGIO di abbandonare la strada dei fallimenti di questi anni. È questa RIFORMA vera che mette paura“.

Tuttavia, come ci si aspettava, il dibattito non ha lasciato indifferenti giornalisti, presidenti e calciatori. Difatti sulla questione è intervenuto anche Michele Criscitiello, direttore di Tuttomercatoweb.com, che nel suo editoriale si sbilancia apertamente criticando le proposte avanzate dal Consiglio Direttivo di Lega Pro.

IL PENSIERO DI CRISCITIELLO. Per capire che fosse una proposta vera e non una fake news, vi giuro, ho dovuto fare due telefonate. Credevo fosse uno scherzo del web con carta intestata falsa. Dopo due telefonate mi è stata confermata la notizia. C’è poco da commentare: le prime tre vanno su, poi prendiamo la monetina, chiediamo alla serie B le retrocessioni ma blocchiamo le nostre verso la serie D e blocchiamo ripescaggi dalla D alla C. In 20 righe si sono imbestialiti tutti. Da Sibilia a Balata, fino a 150 presidenti di D e 57 di serie C. Le Leghe non possono uscire, singolarmente, con proposte senza aver saputo il parere federale e senza essersi consultate con le leghe del piano di sopra e il piano di sotto. Crediamo che più che una proposta si sia trattata di una provocazione e, soprattutto, non capiamo come su un comunicato stampa si possa chiedere di non far divulgare l’informazione. Nel 2020, quel comunicato dopo due minuti era su tutti i siti e su tutti i cellulari d’Italia. E ovviamente non c’è nulla di cui meravigliarsi”.