“Ho fatto tredici”: Infimo, il bomber-assistman del Real Aversa dei sogni

Antonio Infimo, attaccante del Real Agro Aversa

Tredici! Una volta era l’esclamazione tanto sognata dalle persone che aspettavano la domenica per provare a vincere al “Totocalcio”, il mondo del calcio è cambiato e di questo “romanticismo” non c’è rimasto più nulla. Tredici sono le reti in campionato di Antonio Infimo, punta di diamante del Real Agro Aversa dei record che è in testa al campionato di Promozione con “soli” 14 punti di vantaggio sulla Maddalonese seconda in classifica. Il campionato del “Liverpool” casertano, passateci questo paragone con la squadra di Klopp, è in completa discesa, con questo vantaggio c’è solo da amministrare ed aspettare la fine della stagione per poter festeggiare il grande salto in Eccellenza, il contributo di Antonio Infimo finora è stato decisivo con le tredici reti stagionali. Capocannoniere del girone A con due reti di vantaggio sul quartetto occupato da Orefice del Campania Felix, Papa del Cellole, Giorgio del Neapolis e Annunziata del Villa Literno, l’ex Bari è stato fondamentale anche in versione assist-man per servire ai suoi compagni l’ultimo passaggio giusto. Il bomber giramondo ha vestito le maglie della Turris, Isola Liri, Internapoli, Trani, Savoia, Positano e nell’ultima stagione ha vinto il campionato di promozione laziale con la maglia biancorossa del Gaeta, una sorta di portafortuna e di “doppietta” sognata per lui e per le società. Antonio Infimo è una sicurezza ed è esattamente il contrario del significato del suo cognome: è lui l’uomo copertina della stagione da record del Real Agro Aversa.