IL GOAL DELLA DISCORDIA. Maddalonese furiosa per la decisione dell’arbitro nel derby con le Aquile Rosanero

L’esultanza della Maddalonese

MADDALONI – A distanza di qualche giorno un episodio decisivo fa ancora discutere a Maddaloni. In pieno recupero, nella gara di domenica contro le Aquile Rosanero, Domenico Pingue segna quello che sarebbe stato il goal del 3-2, fiondandosi come un avvoltoio sulla respinta corta di Orazio De Rosa ed anticipando con una scivolata Fabio Campana che cade a terra per l’impatto, in seguito ad una punizione battuta in velocità da Giovanni Barletta. Il centrocampista corre a festeggiare sotto la sua curva, ma l’entusiasmo è subito frenato dall’arbitro che fischia calcio di punizione a favore delle Aquile Rosanero per intervento falloso di Pingue su Campana, come ravvisato dal primo assistente Luca Arcella di Frattamaggiore. L’episodio ha inscenato numerose proteste allo stadio “Cappuccini” da parte del club locale che già stava festeggiando la rete, con tanti giocatori che hanno accerchiato l’arbitro per capire le motivazioni della mancata convalida del goal. Di parere opposto Fabio Campana in primis e gli altri ragazzi delle Aquile, d’accordo con l’arbitro. Fatto sta che il sig. Riga non è tornato più indietro nella decisione e, di lì a poco, la partita è finita con il punteggio di 2-2. Sono passati alcuni giorni, ma il goal fa ancora discutere il team calatino, anche se va detto che la gestualità dell’arbitro fa intendere subito che sia fallo.