IL CELLOLE TROVA LA NUOVA CASA. Un comune limitrofo dà ospitalità, ora serve vincere

CELLOLE – A solo un giorno dalla comunicazione ufficiale della società rossoblu, nella quale si è resa nota la chiusura dello stadio “Lorenzo Montecuollo” sotto decisione del Commisario di Cellole, il presidente Freda e il direttore Nardella nella giornata odierna sono giunti sul campo sportivo di San Castrese per effettuare il primo sopralluogo in vista della gara di sabato 25 gennaio alle ore 14:30. L’intera società ha già espresso pubblicamente i ringraziamenti al sindaco di Sessa Aurunca, Silvio Sasso, per la disponibilità e la concessione del terreno di gioco.

Un episodio che ad ogni costo non potrà far distogliere l’attenzione sul campionato ai ragazzi del tecnico Francesco Diana, soprattutto in occasione della prossima partita contro un avversario ostico. Si, perché la prima ad essere ospitata sul campo di San Castrese sarà l’Aceranna, la compagine che attualmente occupa la quarta posizione nella classifica del Girone A di Promozione.

I cellolesi tuttavia provengono da una scia di risultati negativi, chiudendo con una sconfitta il girone di andata e aprendo il consequenziale girone di ritorno con altrettante tre sconfitte consecutive. La recente è avvenuta proprio in casa della quartultima classificata, terminata con il punteggio di 1-0 a favore della Virtus Goti.

Sarà dunque fondamentale per la squadra di Diana fare risultato sabato per allontanarsi quanto più possibile dalla zona play-out, ferma ora a 21 punti.