Volalto ad Agrigento per ipotecare la finale

La Volalto in azione

E’ scattata stamattina all’alba l’operazione Agrigento. Di buon ora la Volalto si è messa in moto e a bordo del suo torpedone, ha disceso l’Italia sino ad approdare in Sicilia dove sarà chiamata a sfidare l’Akragas Volley per la gara di andata delle semifinali play off promozione in B1. Le rosanero ci arrivano con il morale a mille, ci arrivano con l’invidiabile serie di 15 vittorie consecutive,  con la convinzione della grande squadra, quella che conosce il suo valore, ma non snobba quello delle rivali. Il secco 2-0 con il quale è tata liquidata la pratica Divino Amore ne è la prova. Le laziali sono oramai il passato. Il presente è oggi e si chiama Agrigento. Formazione di ottimo livello classificatasi seconda nel girone I. Grazie a questo piazzamento ha saltato il turno precedente ed entra in scena proprio questo mercoledì. Più che nobili le sue ambizioni. Infermeria quasi del tutto svuotata, per il mister agrigentino, Tani Frinzi Russo, che può nuovamente contare sulla centrale Annalisa Sannino e su Livia Magherini, ancora non disponibile Valentina Cassarino alle prese con una brutta infiammazione al braccio destro. Monfreda deve rinunciare ad Alessia Attimonelli rimasta a casa per problemi di lavoro. Per il resto rosa al completo e, soprattutto, carica per quella che è a oggi la partita più importante della sua recente storia sportiva.   “Assolutamente – taglia corto Stefania Di Lorenzo – vogliamo provare ad arrivare sino in fondo. Penso che ne abbiamo le potenzialità. Sappiamo di andare ad affrontare una formazione di assoluto livello, certamente più forte del Divino Amore. Noi siamo cariche. La settimana di riposo ci ha consentito di tirare un po’ il fiato e preparare al meglio questa sfida”. Il passato sportivo della palleggiatrice è ricco di partite importanti, di sfide  giocate sino all’ultima palla, di promozioni,  final  four di Coppa, trofei vari, ma ciò non sposta di una virgola l’emozione e l’attesa per quest’incontro. “Certo- prosegue Stefania – per chi fa attività sportiva a livello agonistico, queste sfide sono proprio il sale del nostro lavoro, i momenti in cui deve venir fuori il carattere, l’istinto del killer, la sana carica agonistica che ti porta a sane scosse di trance agonistica”. Talento puro, carisma innato, classe e grinta al servizio della squadra. La Di Lorenzo,nonostante l’infortunio al braccio, non si è tirata indietro, anzi, è come sempre in prima fila a garantire il suo solito delizioso supporto.

“Impossibile fermarsi – conclude la regista – siamo arrivati al momento topico della stagione, stiamo vivendo un annata esaltante e l’infortunio, il riposo, le cure possono attendere. Adesso conta solo la Volalto. Andiamo in campo e giochiamocela”. Prima battuta alle ore 20:30. Gara due sabato 26 maggio alle 16:00. Eventuale bella nuovamente ad Agrigento mercoledì 30. Chi passa il turno sfiderà in finale la vincente tra Livi Potenza- Cefalù. Signori accomodatevi che lo spettacolo va a riprendere e promette di essere molto bello, avvincente e carico di pathos. Sipario!