CASERTANA AL PRIMO POSTO. Vittoria e sorpasso al Bitonto nella bolgia del “Pinto”



L’esultanza di Favetta (Foto Giuseppe Scialla)

CASERTA – Missione sorpasso riuscita per la Casertana. In uno stadio “Pinto” gremito, con oltre 2mila spettatori, i falchetti del presidente Giuseppe D’Agostino liquidano il Bitonto col punteggio di 2-1 e salgono al primo posto in classifica a quota 26 punti, nel girone H di Serie D. Rossoblu di Maiuri cinici nello sfruttare i momenti chiave e portarsi sul doppio vantaggio, prima del goal neroverdere che accorcia le distanze e fa patire sofferenza sin dal primo istante. I falchetti trionfano e diventano la nuova capolista.

PRE-PARTITA. L’allenatore rossoblu Vincenzo Maiuri recupera gli esperti Rainone e Vicente e li posiziona nei luoghi nevralgici dello scacchiere tattico. Nel suo 4-3-3 Mansour e Felleca sorreggono Favetta, mentre Liccardi e Cusumano partono dalla panchina. Il trainer ospite Claudio De Luca opta per il 4-2-3-1 con Lattanzio, Piarulli e Triarico dietro la prima punta Santoro.



PRIMO TEMPO. Come se fosse una partita a scacchi, le due compagini non lasciano pedine agli avversari. La partita ritarda ad entrare nel vivo, con l’equilibrio che regna sovrano. I pugliesi sono i primi ad andare al tiro: Lattanzio allarga per Piarulli che trova la deviazione in corner (12′). Dopo la fiammata neroverde, la contesa resta sempre vivace ma stanzia soprattutto a centrocampo. Soporifera la prima mezz’ora, nell’ultimo quarto d’epoca la gara è decisamente più bella per lo spettacolo. A dar avvio alle danze è la frittata che combina Trapani sul tiro da fuori di Triarico: il portiere ex Insieme Formia non blocca un pallone innocuo ma a salvarlo clamorosamente è Santoro che, clamorosamente, non inquadra lo specchio della porta, grazie anche ad una deviazione (31′). Lo spavento scuote i rossoblu che replicano con Felleca: respinge Lonoce prima del rinvio di Petta (34′). Per spezzare l’equilibrio è necessario un lampo e questo è ciò che succede al 39′. Stupenda finta di corpo di Maresca che manda al bar un avversario, entra in area e conclude: Lonoce non è impeccabile nella corta respinta e Favetta fa esplodere il Pinto. Nuova marcatura per l’ariete rossoblu che si conferma un finalizzatore dal grande fiuto del goal. Il Bitonto impiega tempo a reagire; al secondo minuto di recupero Trapani blocca su Lattanzio. Si torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-0.

Favetta esulta dopo il gol (Foto Giuseppe Scialla)

SECONDO TEMPO. Pronti via e Lattanzio colpisce la traversa con un colpo di testa su cross di Triarico (47′). La Casertana reagisce e colpisce il palo con Mansour, imbeccato da Favetta (54′). La partita si surriscalda, infatti in un batti baleno vengono eliminati cinque calciatori. Continue le interruzioni, a causa dei falli di gioco ed anche delle sostituzioni di entrambi i tecnici. Al 72′ Maiuri opta per l’ingresso di Liccardi al posto di Favetta: l’ex Gladiator e Sorrento ripaga subito l’allenatore per la scelta. Cinque giri di lancette dopo l’entrata, Liccardi si intromette nel retropassaggio di Colaci per Lonoce, ruba palla e viene letteralmente abbattuto dal portiere che è tra i protagonisti in match in negativo del match (pesa l’errore anche sul primo goal): l’arbitro non ha dubbi nel concedere il penalty che lo stesso ariete trasforma nonostante l’intuizione del pipelet avversario (78′). Casertana sulle ali dell’entusiasmo ma il Bitonto non molla ed accorcia le distanze all’87’ con il tiro da fuori di Mariani che penetra tra la selva di gambe della difesa e trafigge Trapani. I neroverdi insistono ed è decisiva la respinta di Trapani sul bolide di Genchi (89′). Nel finale enorme sofferenza, Genchi sparacchia alto l’ultimo tentativo all’ultimo secondo dei tre minuti di recupero e il “Pinto” può urlare al vento “Casertana Capolista”.

 

Tabellino: CASERTANA-BITONTO = 2-1

CASERTANA (4-3-3): Trapani; Tufano, Rainone, Pambianchi, Monti; Maresca (70′ Cusumano), Vicente, Vacca (82′ Carrannante); Mansour (91′ Di Somma), Favetta (72′ Liccardi), Felleca (70′ Feola). In panchina: Sarracino, Chinappi, D’Ottavi, Capitano. Allenatore: Vincenzo Maiuri

BITONTO (4-2-3-1): Lonoce; Colella, Petta, Lanzolla, Colaci; Biason (63′ D’Anna), Manzo; Triarico (72′ Genchi), Lattanzio, Piarulli (78′ Mariani); Santoro. In panchina: Martellone, Genchi, Taurino, D’Anna, Germinio, Mariani, Montinaro, Radicchio, Guarnaccia. Allenatore: Claudio De Luca

MARCATORI: 39′ Favetta (C), 78′ Liccardi su rig. (C), 87′ Mariani (B)

ARBITRO: Flavio Fantozzi della sezione di Civitavecchia (assistenti: Alessandro Rastelli di Ostia Lido ed Andrea Romagnoli di Albano Laziale)

NOTE: spettatori: 2.000 circa. Ammoniti: Maresca, Felleca, Mansour, Vicente (C); Santoro, Lattanzio, Triarico, D’Anna (B). Angoli: 4-2. Recupero: 2 nel primo tempo; 3 nel secondo tempo