REAL AVERSA, QUANTI BABY IN VETRINA. Affinito: “Forza, coraggio e cuore, questo il nostro segreto. Contro la FC Messina è stata una grande partita. Sannazzaro…



Affinito e Strianese con il ds Filosa (foto pagine ufficiale Real Aversa)

AVERSA –   Quasi un mese dopo, per la precisione 28 giorni, è finalmente arrivata la vittoria in extremis, al cardiopalma, del Real Agro Aversa ai danni della FC Messina, il trionfo così però rende tutto ancor più bello. Subentrato a Chianese nella sfida del 14 novembre, il calciatore normanno Luigi Affinito, l’indomani dell’esplosione di gioia granata, è stato ospite della trasmissione “Tutti Pazzi Per Il Calcio Minore” di Sportcasertano.it. Il baby talento, scuola Juvestabia e Benevento classe 2003, calcisticamente nasce come play ma gioca anche come mezz’ala, ama giocare a centrocampo essendo di ruolo naturale un centrocampista, però ha svolto anche il ruolo di terzino. Durante il corso del crazy stage Affinito ha parlato della sfida contro la FC Messina, del tecnico Sannazzaro ed ha parlato della “formula magica” del gruppo normanno che sta facendo un ottimo percorso nel girone I di Serie D.

LA PARTITA CON LA FC MESSINA. Affinito parla della sfida dell’undicesimo turno che ha visto il Real Aversa ospitare la compagine siciliana: “Contro la FC Messina è stata una grande partita, difficile considerando la qualità della squadra siciliana. Siamo andati in vantaggio alla mezz’ora circa, poi quando sono subentrato a Chianese abbiamo subito un bel gol fatto da Gabionetta,  poi lottando fino alla fine abbiamo però portato a casa i tre punti con la rete di La Monica nel finale. E’ stata una liberazione, era una vittoria che volevamo. Anche se siamo una squadra creata per la salvezza lottiamo in ogni partita per la vittoria. Siamo una compagine giovane ma non pensiamo al piccolo risultato, vogliamo sempre il massimo, vogliamo dare sempre di più e andiamo sempre alla caccia dei tre punti. Grazie al tecnico Sannazzaro, al presidente Pellegrino ed al direttore Filosa riusciamo a lavorare bene ogni settimana e ad essere concreti nel rettangolo di gioco”. 



LA FORMULA MAGICA GRANATA. La squadra di patron Pellegrino ha un’età media di 21 anni circa, compagine giovanissima per il secondo anno nel massimo campionato dilettantistico occupa attualmente la quinta posizione con 21 punti (6 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte). Sorridendo il calciatore parla della formula magica dei normanni: “La formula magica? (sorride ndr). Credo sia dettata dall’umiltà, aggressività, forza, coraggio e cuore. Lottiamo su ogni pallone e diamo sempre l’anima in mezzo al campo. Gli undici che entrano in campo, ma anche quelli che subentrano danno tutto… Credo sia questa la formula magica”. 

LA CARICA DI SANNAZZARO. Affinito si sofferma sul tecnico Sannazzaro, parlando dell’approccio dell’allenatore alla squadra e di cosa trasmette ai suoi ragazzi: “Mister Sannazzaro ci da sempre disinvoltura e gioia prima di scendere in campo, lui ci dice sempre che lottiamo per la salvezza ma anche che possiamo vincere ogni partita, anche giocandocela con squadre più forti, ci dice che dobbiamo sempre lottare per i tre punti. Sannazzaro ci vuole sempre al 100%, per noi è un grande stimolo, sia nelle partite ufficiali che in allenamento”.