APOTEOSI A ROSETO. Anche Golino e Marchese in semifinale dell’Europeo di boxe Under22



La Golino, che stava conducendo il match, ha vinto per squalifica dell’avversaria Calisir

Apoteosi per Terra di Lavoro e per Marcianise. Anche Daniela Golino approda in semifinale agli Europei Under22 di pugilato di Roseto. Vittoria per squalifica della sua avversaria nei 60 kg, l’olandese di origine turca Husney Calisir. Buonissima prova nei primi due round per la giovanissima azzurra con ganci sinistri precisi e puntuali. Primo round conquistato. Secondo round con la guardia un po’ troppo rilassata e qualche diretto subito dalla Golino con la Calisir che sembra crederci, ma poi le risposte in anticipo di Daniela. Ancora round per la marcianisana (4-1 i verdetti). Terza ripresa che comincia con grande veemenza da parte delle due atlete, qualche richiamo e più precisione della Golino. Dopo il richiamo ufficiale, l’olandese scaraventa a terra la Golino, si riprende, ma la Calisir è nervosa e smaniosa di recuperare. E arriva l’ultimo richiamo dopo una mossa di judo praticamente subita dalla Golino. Squalifica per la Calisir a 37” dalla fine del match, che comunque avrebbe perso. Ora testa all’ucraina Abramova.

 



Giovanna Marchese col Maestro Musone

Alle 20 è salita sul ring anche Giovanna Marchese (Fit and Fight Casapulla, allenata dal maestro Musone) nei 48 kg contro la russa Khuzakhmetova, forse la maggiore accreditata per la vittoria finale del torneo continentale. Subito avvio roboante per il match con le due pugili che non lesinano colpi. Bei colpi della Marchese, soprattutto col destro, mentre c’è tifo anche per la russa. Ma il round è dell’italiana solo per 3 giudizi favorevoli a 2. Nel secondo round stesso schema e solo qualche pugno preso nel finale e ripresa sempre per la Marchese, ma il vantaggio resta esiguo. Nella terza ripresa subito combinazioni per Giovanna, ma sostanzialmente match secondo i giudici molto più equilibrato di quanto si è visto. La Marchese si aggiudica il match, comunque duro e contro una fortissima avversaria come la Khuzakhmetova per split decision. Una vera impresa Contro di lei la francese Rim Benamma, molto forte, che ha battuto la tedesca Satorius con una vittoria prima del limite (il suo angolo è stato costretto a gettare la spugna). E sono 4 le ‘casertane’ in zona medaglia e che si giocheranno l’ingresso in finale a Roseto.