ECCELLENZA, INCERTEZZA TOTALE. Zippo: “È una vergogna. Ne escono sconfitti tutti, la preparazione fisica…



Giuseppe Zippo, presidente dell’Albanova

CASAL DI PRINCIPE – Dopo la notizia arrivata ieri sulla decisione da parte del Collegio di garanzia del Coni di riunirsi venerdì 11 giugno, tutte le squadre di Eccellenza aspettano di sapere le date ufficiali delle sfide. Alla finestra c’è anche l’Albanova del presidente Zippo che oltre alla data, è alla ricerca anche del suo prossimo avversario. Tutto dipenderà dalla decisione del Coni che dovrà sancire se ad affrontare i biancoazzurri ci sarà l’Agropoli o il Buccino Volcei.

In attesa di nuovi aggiornamenti abbiamo intercettato proprio il patron Zippo che a riguardo dice la sua: “Stando alle voci che circolano l’11 giugno è stata proposta l’udienza per discutere sul blocco dei campionati richiesto dall’Agropoli, mentre il 20 si dovrebbe entrare nel merito, l’hanno gestita solo come il Comitato sa fare., mai come questa volta la Lnd nella persona del presidente è un pugile che è messo all’angolo e che prende cazzotti da tutti, dall’Agropoli, dal Buccino, dalla Corte federale. Va riformata anche la giustizia sportiva, siamo stati bravi a non farci fermare dal Covid ma ci stiamo facendo fermare dalla giustizia, sarebbe da pazzi, facendo una battuta, sarebbe più bello a questo punto giocare tutto il girono su un’ isola, almeno ci divertiremmo di più”. 



LE DIFFICOLTA’. Un ritardo nella proclamazione del responso, porterebbe non solo le squadre a terminare la stagione oltre la data auspicata, ma recherebbe un danno di concentrazione e di preparazione a tutte le società: “Sicuramente sarà tutto falsato, le amichevoli lasciano il tempo che trovano e non si possono fare, chi è uscito ai gironi ormai è a casa, le categorie minori e i giovani sono fermi, saremo due settimane a pascolare non sapendo cosa succederà, faccio fatica a capire come gli allenatori e i preparatori atletici possano preparare queste partite. Si brancola nel buio e parliamo del massimo campionato regionale campano, è una vergogna assurda, se hanno una dignità devono dimettersi tutti perchè ne escono sconfitti da tutti i punti di vista”