GLADIATOR, SCONTRO SALVEZZA CON LA TORRES. Martino: “Gara fondamentale. Diversi recuperi in attacco, ora contano solo i numeri”



Alessio Martino

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Parte domenica il rush finale del Gladiator. La sfida contro la Torres, in programma alle 14.30 allo stadio “Mario Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere, sarà la prima delle ultime sette gare di campionato dei neroazzurri, a cui si potrebbero aggiungere l’eventuale spareggio play-out. Uno scontro salvezza da non sbagliare come conferma l’allenatore Alessio Martino: “Una gara fondamentale come quelle che mancano da qui alla fine. La Torres è un avversario di tutto rispetto, una piazza tra le più blasonate di tutto il girone. Io credo che in questo periodo che non stiamo facendo male, serve maggiore intensità e resto sempre dell’idea che creare gioco possa condurci alla salvezza. Vero è che nel calcio come nella vita contano i numeri, infatti siamo costretti a fare solo numeri”.

I RECUPERI. Il trainer ex Gelbison ed Eclanese ritorna sul match contro la Muravera e si sofferma sugli assenti: “Dopo il pari immeritato contro il Muravera, siamo stati un po’ male per due, tre giorni, poi ci siamo ricaricati, perché sappiamo di aver fatto una buona prestazione ma non siamo riusciti a vincere. Sono convinto che faremo una grande gara come del resto mi aspetto un grande finale di campionato. Defezioni e recuperi? Del Sorbo assente per squalifica, stiamo recuperando tutti, da Cataruozzolo a Strainese ed Altomare. Tutti e tre erano acciaccati due settimane fa e non li ho potuti utilizzare per dare peso all’attacco. Domenica conta l’atteggiamento, sono certo che il Gladiator non lo sbaglierà“.