REAL AVERSA SPREGIUDICATA. De Stefano: “Affrontato il Taranto capolista a viso aperto. Con le big abbiamo fatto sempre grandi prove”



AVERSA – “Avremmo firmato per un pareggio, ma alla fine abbiamo perso due punti”: si riassume così quanto affermato nel post-gara dal tecnico del Real Aversa Antonio De Stefano, alla guida di una compagine che non ha per nulla sfigurato contro la prima della classe e anzi, con un po più di fortuna dal dischetto avrebbe avuto l’occasione di portare a casa il bottino pieno. Di questo e di altro (domenica c’è il Lavello n.d.r.) ha parlato il mister napoletano ai microfoni della società normanna.

LA PREPARAZIONE DEL MATCH. “C’era un solo modo per contenere il Taranto: affrontarli a viso aperto, in qualsiasi zona del campo. Era importante reagire, soprattutto mentalmente, alla pesante sconfitta di Nardò. I ragazzi hanno sudato, e non si fa per dire, una maglia gloriosa come quella dell’Aversa, che cerchiamo di onorare nonostante tante difficoltà”.



IL TREND POSITIVO CON LE BIG. Contro le grandi squadre abbiamo sempre ben figurato: oltre ad aver sconfitto il Casarano ci sono state grosse prestazione contro squadre come Lavello, Altamura e Picerno. I ragazzi sanno bene che non c’è bisogno di stimoli esterni in queste gare, poiché è la stessa caratura dell’avversario e soprattutto la loro giovane età a spingerli a fare grandi cose contro squadre importanti”.

LE CONDIZIONI DEL MANTO ERBOSO. “Sicuramente il terreno di gioco non ha favorito alcune trame di gioco, ma ciò non significa che agevoli la mia squadra. Basti pensare che la società sta pensando di giocare le prossime gare interne su un altro campo”. 

LA GARA DI LAVELLO. “Domenica prossima contro il Lavello ci aspetta una partita difficilissima. Rientrano Gallo e Della Corte, e andremo lì con il coltello tra i denti alla ricerca del risultato, per conquistare quanto prima la salvezza che è l’obiettivo stagionale che mi è stato assegnato”.