GUIDI SERRA LE FILA: “Servirà la migliore Casertana col Palermo, daremo il 110% in campo”



Federico Guidi

CASERTA – Dopo il turno forzato di stop dovuto al rinvio per Covid contro il Monopoli, la Casertana torna in campo alle 13 contro il Palermo. Il tecnico Federico Guidi, fresco di rinnovo, analizza la partita: “È una partita difficile, cercheremo, come già detto in precedenza, di dare il massimo per portare a casa un risultato positivo per poi guardare la classifica a fine campionato. Avremo davanti una squadra che nel corso della stagione ha avuto alti e bassi, sono stati costruiti per provare a vincere il campionato, hanno giocatori espertissimi e di grande qualità, sappiamo che troveremo una squadra difficile da affrontare, servirà una grande prestazione di squadra e la miglior Casertana per portare via un risultato positivo. È importante in termini di classifica, abbiamo raggiunto anticipatamente il nostro obiettivo e questo c’ha aperto orizzonti nuovi, è una partita bella da giocare ed importante”.

Riposo forzato. Il Palermo arriva da una lunga pausa di calcio giocato, così come capitò alla Cavese: “Sono partite diverse, la Cavese era ferma per i tanti positivi, erano praticamente inattivi. Il Palermo ha avuto la possibilità di allenarsi con grande continuità, magari possono avere qualche lacuna sul ritmo di gara. Fare tre settimane piene di allenamenti ti permette di lavorare con continuità, individualizzare i carichi di lavoro e soprattutto lavorare sui concetti di squadra. Abbiamo l’obbligo di fare una gara sopra ritmo, con tanta intensità e saperla dilatare nel tempo, magari con il passare nei minuti possono venire meno dal punto di vista del ritmo. Questo potrebbe essere un vantaggio sul finale di gara, dovremmo cercare di riuscire a rimanere in partita fino a quel momento”.



Assenze. Ancora tante assenze nei falchetti: “Abbiamo avuto due settimane per individualizzare il lavoro cercando di recuperare più calciatori, sono tutti infortuni che necessitano di grande attenzione per evitare eventuali ricadute. Abbiamo recuperato Del Grosso a pieno, rientra Buschiazzo, non ci sarà Santoro per squalifica, Izzillo farà un ulteriore esame strumentale perché non vogliamo correre alcun tipo di rischio visto che manca da più di un mese. Ha lavorato un po’ con la squadra e un po’ a livello individuale, dobbiamo avere la certezza di non rischiare niente, se l’ecografia ci confronta Izzillo sarà a disposizione per la panchina, altrimenti farà lavoro a parte. Icardi e Turchetta hanno svolto lavoro individuale intensificando il lavoro e saranno a disposizione per la prossima partita di Viterbo, Castaldo ha iniziato a correre ed è difficile portarlo in panchina, vediamo se aggregarlo alla squadra perché ha pochissimi minuti. Bordin è rientrato finalmente dopo tre mesi e mezzo dall’infortunio, sarà a disposizione dalla prossima settimana. Fortunatamente abbiamo dei ragazzi intelligenti e abbiamo lavorato su più soluzioni, con la possibilità di cambiare qualcosa. Sono molto tranquillo perché nelle difficoltà i ragazzi mi hanno abituato bene, sanno esaltarsi e potremmo ricordare tante gare dove c’era un organico ristretto, chiunque scenderà in campo darà il 110% perché è il loro modo di fare”.