DALLA PROMOZIONE ALLA NAZIONALE. A 37 anni debutta con Cuba il bomber giramondo



Joel Apezteguia

L’AVANA – Ed all’improvviso quel sogno che era precluso diventa incredibilmente realtà. Joel Apezteguia, bomber di 37 anni, ha esordito con la Nazionale di Cuba, dopo che la Federazione dello Stato nord americano ha aperto le porte ai calciatori che militano in altri campionati. Una notizia a sorpresa, che lo ha reso convocabile, così nonostante la non tenera età, l’attaccante del Tre Fiori (società della Serie A di San Marino) è volato a Cuba ed ha esordito il 25 marzo contro il Guatemala, nel primo turno del girone C delle qualificazioni della Concacaf (Nord Centro America) per i Mondiali in Qatar 2022.

Joel Apezteguia col numero 16

LA CARRIERA. Per i cubani non è partita per bene la spedizione verso la prossima Coppa del Mondo, con la doppia sconfitta con Guatemala (1-0) e Curacao (1-2), ma per Apezteguia è enorme la gioia di giocare con la maglia della propria Nazionale. Dopo aver girovagato il mondo con varie squadre, nel 2014-2015 arriva al Tre Fiori a San Marino e poi tenta le avventure in Italia con l’Alma Fano, con cui debutta in Serie D. Nel 2016-2017 scende in Promozione del Piemonte col Gassino e si laurea capocannoniere con 30 reti. Successivamente gioca in Eccellenza con Chisola e Prima Categoria con l’Anconitana, prima del ritorno con il Tre Fiori, con cui vince la Coppa Titano nel 2018-2019, la SuperCoppa di San Marino nel 2019 e, dulcis in fundo, la Serie A di San Marino nella scorsa stagione. Il trionfo in campionato gli ha permesso di essere il primo calciatore cubano ad esordire nei preliminari di Champions League.



IL SOGNO A 37 ANNI. Successi prestigiosi ma nulla a confronto dell’emozione di vestire la maglia della propria Nazionale. Riportare Cuba al Mondiale dopo l’unica apparizione di Francia 1938 (vinse contro la Romania al primo turno, ma perse per 8-0 i quarti contro la Svezia) appare impossibile ma per Apezteguia il sogno è realtà. E non c’è età che tenga.