LA STELLA EL BAKHTAOUI DOMA IL GLADIATOR. La Nocerina vince nella ripresa, sammaritani spuntati ma vicini al pari



Fassil El Bakhtaoui (foto Forza Nocerina)

ANGRI – Il Gladiator perde allo stadio “Pasquale Novi” di Angri. Dopo aver lottato ad armi pari, i neroazzurri di Alessio Martino vengono superati nella ripresa dai molossi che trionfano con il punteggio di 2-1. Mattatore dell’incontro la stella francomarocchina Fassil El Bakhtaoui, fantasista ex Serie A scozzese con il Dundee, che realizza la doppietta decisiva e caccia dal cilindro diverse giocate d’alta classe. I neroazzurri accorciano tardi le distanze con Maraucci e nel recupero sfiorano di un niente il goal del pareggio con Mascolo. Una prova, quella dei sammaritani, che risente dell’assenza di ‘big’ del calibro di Del Sorbo, Di Pietro, Vitiello e Cassaro. I sammaritani hanno adesso l’occasione di riscattarsi nel turno infrasettimanale di mercoledì contro il Muravera.

PRIMO TEMPO. Partita vivace sin dal fischio iniziale. El Bakhtaoui calcia a lato dal limite: palla fuori (8’). Il Gladiator replica e sfiora il vantaggio all’11’. Traversone con il contagiri di Di Finizio per Coppola che schiaccia di testa: la palla esce di pochissimi millimetri. Il pericolo scampato rigenera i molossi che vanno ancora al tiro con El Bakhtaoui: palla ampiamente a lato (13’). Qualche spavento di troppo al 15’ quando Maraucci anticipa Fusco e devia in corner un traversone: sfera fuori dallo specchio di un niente (17’). Clamorosa la chance per Sorgente che svirgola una sforbiciata alta sopra la traversa, tutto solo in area di rigore a pochi metri dalla porta: a sua discolpa va detto che l’attaccante era convinto che fosse in fuorigioco, non ravvisato dal guardalinee (21’). Dall’altra parte insidioso il tirocross del motorino Di Finizio che viene bloccato in presa da Volzone proprio sulla linea di porta (24’). Tra i padroni di casa si mette in luce soprattutto il fantasista El Bakhtaoui che è bello da vedere ma in alcune circostanze è troppo egoista e tenta varie conclusioni che finiscono a lato (32’). Le difese sono attente e di spazi ce ne sono pochi, così al 37’ si mette in proprio il neo attaccante neroazzurro Cataruozzolo che si libera dal marcatore e mira all’angolino sinistro: Volzone si distende e blocca. Il finale di tempo viene caratterizzato da un battibecco tra i due calciatori sammaritani Cataruozzolo e Fusco: uno scambio di battute abbastanza colorito. Lo stesso Catauozzolo esce per affaticamento e lascia spazio a Falco.



SECONDO TEMPO. La ripresa si apre come peggio non poteva per il Gladiator. Petito imbecca in area El Bakhtaoui che trafigge Fusco con il piattone destro: enorme esultanza per l’atleta marocchino che dedica il goal all’allenatore Giovanni Cavallaro (47’). Il Gladiator prova più di qualche difficoltà a reagire. Con le assenze pesanti di Del Sorbo, Vitiello e Di Pietro sul piano offensivo, Martino inserisce il giovane Altomare. I neroazzurri sono in partita ma non riescono a pungere, così il trainer sammaritano dà nuova verve con Mascolo. Per la Nocerina non è un momento semplice per quanto riguarda i portieri e ce se ne accorge al 65′. In fase di impostazione, Volzone ritarda il rilancio così Altomare si avvicina in pressione: il rinvio del portiere sbatte sull’attaccante avversario ma la palla non entra in porta ed il pipelet evita di fare un pasticcio come lo ha combinato Cappa mercoledì a Giugliano, con la complicità di Morero. E’ sempre El Bakhtaoui a farsi apprezzare per delle belle giocate. I rossoneri protestano vivacemente con l’arbitro con un contatto dubbio in area tra Maraucci e Sorgente: per il direttore di gara non è contatto falloso (70′). Diverse sostituzioni per parte, numerose palla buttate al centro ma le retroguardie respingono. Strepitosa al 79′ la parata di Fusco che devia in corner il tiro velenoso di Eduardo Esposito. La Nocerina insiste e raddoppia all’80’. Contatto in area tra Ciampi e Petito, l’arbitro non ha esitazioni ed assegna il rigore. Dal dischetto El Bakhtaoui è glaciale e sigla il 2-0: sesta rete in quattro presenze per l’ex Dundee e Dunfermline che si dimostra il super acquisto dei molossi. Il Gladiator non molla ed accorcia le distanze all’89’ con l’incornata di Maraucci, sul calcio d’angolo battuto da Caruso. Sammaritani riversati in avanti, così Talamo e Fois sfiorano il tris ma la grande occasione arriva al 94′ per il Gladiator. Mascolo pesca il sette su una punizione da oltre trentacinque metri ma Volzone si supera e con un colpo di reni smanaccia in corner. Al triplice fischio termina 2-1 per la Nocerina.

 

Tabellino: NOCERINA-GLADIATOR = 2-1

NOCERINA (3-5-2): Volzone; Rizzo, Morero, Donida; Katseris, Petito (87′ Fois), Donnarumma, Dammacco (67′ Manoni), Garofalo; Cuomo (6’ Sorgente – 73′ Esposito Eduardo), El Bakhtaoui (85′ Talamo). In panchina: Sicignano, Sandomenico, De Julis, Saporito. Allenatore: Giovanni Cavallaro

GLADIATOR (4-4-2): Fusco; Ciampi, Maraucci, Sall, Di Finizio; Coppola (59′ Mascolo), Caruso, Marzano (78′ Esposito Giovanni), Arrivoli (49′ Altomare); Strianese, Cataruozzolo (46′ Falco). In panchina: Maione, Landolfo, Rivieccio, Salese, D’Errico. Allenatore: Alessio Martino

RETE: 47′ El Bakthaoui (N), 80′ El Bakthaoui su rig. (N), 89′ Maraucci (G)

ARBITRO: Andrea Migliorini della sezione di Verona (assistenti: Emilio Giulio Leonardi di Ostia Lido e Francesco Raccanello di Viterbo)

NOTE: partita a porte chiuse. Ammoniti: Marzano, Caruso (G). Angoli: 10-3. Fuorigioco: 1-2. Recupero: 3 nel primo tempo; 4 nel secondo tempo