GLADIATOR, MARTINO AL DEBUTTO. Scelte quasi obbligate, Di Pietro sacrificato col Latina, in assenza di difensori



Andrea Di Pietro del Gladiator

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Non sarà un debutto affatto semplice per Alessio Martino sulla panchina del Gladiator. La prima dell’allenatore di Casagiove avverrà, oggi pomeriggio alle 14.30 al “Mario Piccirillo”, contro la capolista Latina, al primo posto a quota 31 punti con la Vis Artena. Come ricordano i precedenti (CLICCA QUI PER LEGGERE), i neroazzurri hanno battuto entrambe le volte in casa i Leoni Alati, mentre in trasferta al “Francioni” tre sconfitte su tre in campionato ed un pari in Coppa. L’augurio migliore per i sammaritani sarebbe quello di ripetere le belle prestazioni del passato, arrivate nelle stagioni 2001/2002 in D e 2002/2003 in C2. Vittorie che hanno fatto tremendamente felici i tifosi neroazzurri, i quali vivono da allora una rivalità molto accesa con i pontini.

IL MODULO E LE ASSENZE. Per la partita odierna, Alessio Martino non stravolgerà il modus operandi degli allenatori che lo hanno preceduto (semmai verificherà modifiche nelle prossime gare, appena potrà lavorare più tempo con il gruppo). I 4-3-3 di Clemente Santonastaso, schierato anche dal traghettatore Massimiliano Fusco, verrà confermato dall’ex allenatore della Gelbison che ha scelte quasi obbligate, in virtù delle squalifiche per una giornata di Antonio Del Sorbo e Maurizio Maraucci, espulsi contro il Cassino, e degli infortuni di Dembel Sall, che dalla prossima settimana dovrebbe tornare disponibile, e Giandomenico Doto.



IL SACRIFICATO. Tra i pali giocherà il forte Fusco (’00), che sarà coadiuvato sulle fasce difensive da Di Finizio a sinistra e Fazi (’02) a destra. Con le assenze degli over arretrati, il capitano Di Pietro sarà sacrificato al centro della difesa, insieme a De Carlo (’00): Martino non se l’è sentita di puntare sui due giovani De Carlo-Oliva al centro, con una retroguardia che quindi sarebbe stata formata da quattro under su cinque elementi.

IN AVANTI. In cabina di regia torna Aniello Vitiello dopo due giornate di squalifica, supportato da Coppola e da Falco (’01), in vantaggio su Marzano. In attacco gli esperti Di Paola e Tedesco sorreggeranno l’unica punta Strianese (’01), per cui sono ben cinque i giovani in campo. In carriera Martino ha sempre lanciato tantissimi talenti ed ora chiederà maggiori responsabilità a tutti, con l’obiettivo di disputare una grande gara con il Latina ed iniziare al meglio il girone di ritorno.