DALL’OASI SANFELICIANA ALLA VETTA IN SERIE D. A soli diciott’anni primo goal del talento con la capolista ACR Messina



Clemente Crisci sulla destra

SAN FELICE A CANCELLO – Un goal di una preziosità indicibile. Il primo sigillo della carriera del diciottenne Clemente Crisci arriva in una partita molto delicata per il suo ACR Messina e regala un pareggio importante in classifica. Il talento di Forchia (nel beneventano, al confine con la provincia di Caserta) cresciuto nella Oasi Sanfeliciana è infatti subentrato all’86’ ed ha siglato dopo appena quattro giri di lancette la rete dell’1-1 finale allo stadio “Antonio Carrano” di Santa Maria di Castellabate. La rete contro la Polisportiva Santa Maria consente alla truppa di Raffaele Novelli di restare al primo posto in classifica nel girone I di Serie D, con 22 punti, con una lunghezza di vantaggio sul San Luca.

MAGIC MOMENT. Grande soddisfazione per il presidente Fiorenzo Della Rocca che, dopo tredici anni nella scuola calcio di San Felice a Cancello, ha visto partire il suo baby classe 2002 in direzione Salernitana ed ora nel prestito in terra peloritana sta dimostrando il suo valore, con 10 presenze ed il primo goal di domenica. Un magic moment per la rinomata società casertana che sta facendo parlare di sé per la promessa Antonio Cioffi, anche lui 2002, che sta svolgendo allenamenti in pianta stabile con il Napoli di Rino Gattuso. Ed in attesa che Cioffi debutti in Serie A, l’Oasi Sanfeliciana si coccola il primo goal in prima squadra per Clemente Crisci.