IL PINTO RESTA UN TABU’. Casertana sbaglia troppo e la Vibonese si prende i tre punti



L’esultanza della Vibonese Foto Giuseppe Scialla)

CASERTA – Quarta sconfitta consecutiva per la Casertana tra le mura amiche dopo quelle Turris, Foggia e Bari. Al ‘Pinto’ si gioca il recupero della 10^ giornata di campionato Casertana-Vibonese, dopo appena 3 settimane dal rinvio causa COVID-19. I rossoblu provengono da un successo importante in casa della Cavese mentre i calabresi arrivano dalla sconfitta con la Ternana per 3-2.

LE FORMAZIONI. Mister Guidi schiera il suo modulo preferito 4-3-3 con due novità rispetto alla gara passata. Rientra dalla squalifica Konatè rubando il posto a Buschiazzo che siede in panchina al fianco di Matese, con Varesanovic, Bordin ed Izzillo ad occupare il centrocampo. Parte di nuovo dalla panchina Castaldo, sostituito da Icardi, Cuppone e Pacilli. I ragazzi del tecnico Galfano invece si posizionano con il 3-5-2. Mahrous vince il ballottaggio con Bachini con la coppia offensiva formata da Plescia e Statella.



CRONACA.

PRIMO TEMPO: La Casertana apre le danze con Bordin che va subito alla conclusione dopo aver ricevuto palla da fuori aera. Il suo pallone però finisce di poco al lato. Primo brivido della gara. Al 14’ un cross dalla destra di Ciotti su cui Avella è costretto a smanacciare anticipando Plescia. Dopo 3 minuti azione manovrata sulla destra dalla Casertana con Pacilli che innesca Varesanovic, colpo di tacco e Cuppone a concludere oltre la traversa. Replica dei calabresi con Plescia che preferisce concludere al volo dalla destra ma ne esce fuori un tiro sbilenco. Un minuto dopo Varesanovic riceve dalla sinistra un cross di Izzillo ma non ci arriva. Padroni di casa che sembrano poter passare da un momento all’altro. Hadzismanovic chiama Marson all’intervento con i piedi. Siamo al 40’. Sessanta secondi dopo Icardi tenta da fuori area ma l’estremo difensore blocca senza problemi. Clamoroso contropiede fallito dai campani 5 contro due con conclusione di Pacilli respinta da Marson. Un attimo prima dell’intervallo la doccia gelata: traversone dalla sinistra per Berardi che si coordina e batte Avella per lo 0-1. 

SECONDO TEMPO. La Casertana riapre il gioco con un brivido per Cuppone che dopo aver ricevuto palla da Varesanovic, non riesce ad inquadrare lo specchio della porta con un tiro in scivolata. Azione insistita dei falchetti con Bordin all’61’ che ci prova con un tiro da fuori area e costringe Marson ad uscire con i pugni e metterla in angolo. Un minuto dopo sempre Bordin che si coordina da fuori aerea. la mette all’incrocio ma anche questa volta l’estremo difensore si rifugia in corner. Manovra ampia ed offensiva per i padroni di casa che non riescono però a trovare la conclusione vincente. A chiudere i giochi quindi ci pensa all’84’ Plescia che ruba palla a 30 metri, sorvola e batte Avella al secondo palo. In pieno recupero ingenuità di Carillo che si fa espellere per fallo da ultimo uomo su Plescia.

TABELLINO.

CASERTANA: Avella, Izzillo (58′ Origlia), Carillo, Hadziosmanovic, Varesanovic, Bordin (75′ Matese), Icardi, Cuppone (58’Castaldo), Konate, Pacilli (75′ Santoro), Polito(48′ Setola). All. Federico Guidi

VIBONESE: Marson, Mahrous (83′ Vitiello), Rasi, Redolfi, Sciacca, Berardi(45′ Prezzabile), Ciotti, Ambro (56′ Bachini), Statella (71′ Parigi), Laaribi, Plescia. All. Angelo Galfano

AMMONITI: Polito (C), Bordin (C) Mahrous (V)

ESPULSO: Carillo per fallo da ultimo uomo

RECUPERO: 0’ 1t, 4′ st

MARCATORI: 45’ Berardi, 84′ Plescia 

ARBITRO: Luca Zucchetti di Foligno