CASERTANA A TERAMO IL TABU’ DURA DA 60 ANNI. Partenza sprint degli abruzzesi, due ex Lecce e Juve Stabia tra i punti forti



Bombagi in azione contro la Casertana (Foto Giuseppe Scialla)

CASERTA – La Casertana torna al ‘Bonolis’ di Teramo provando a sfatare un tabù che dura 60 anni.  I rossoblù infatti non hanno mai battuto a domicilio gli abruzzesi. Il bilancio parla infatti di 5 sconfitte (6 se aggiungiamo una in Coppa Italia) e un pareggio. L’ultima nella passata stagione, il 27 ottobre, 4-3 con doppietta di Mungo, Costa Ferreira e Bombagi. I campani invece erano andati in goal con Zito, Paparusso e Starita.

I biancorossi di mister Paci hanno fin qui ottenuto 7 punti con due vittorie e un pareggio. Seconda miglior difesa del girone con un solo goal subito in 3 partite. Un inizio di stagione indubbiamente positivo forse ben oltre ogni aspettativa anche dopo un’estate turbolenta per le vicende societarie.



Diverse assenze per i padroni di casa: i difensori Diakitè, Soprano, e il lungo degente Minelli out rispettivamente per squalifica il primo e infortunati i secondi. Recuperati Piacentini e Gerbi con quest’ultimo che però non dovrebbe trovare posto dall’inizio nel 4-2-3-1. L’allenatore può contare su calciatori di grande esperienza come l’ex Juve Stabia e Catania Francesco Bombagi. Un esterno offensivo molto duttile e capace di creare superiorità. L’attaccante Costa Ferreira che già in passato ha ‘fatto male’ ai campani ai tempi del Messina e lo scorso campionato. Il centrocampista Arrigoni che in passato avrebbe potuto vestire la maglia rossoblù così come Mungo che preferì trasferirsi in Abruzzo risultando poi devastante il 27 ottobre 2019.

Paci affiderà la cabina di regia ai due mediani Santoro e Arrigoni. Alle spalle della punta Pinzauti ci saranno Ilari, Bombagi e Costa Ferreira. Panchina per Mungo che l’anno scorso risultò decisivo con due reti.

Questa la probabile formazione: Lewandovski; Lasik, Piacentini, Lotti, Tentardini; Arrigoni, Santoro; Ilari, Bombagi, Costa Ferreira; Pinzauti.