Merolillo centra il double promozione con il Sacro Cuore: “Ringrazio società e squadra, in Prima vogliamo divertirci”

Massimiliano Merolillo e Biagio Cacciapuoti del Cancello Arnone

Al termine dei festeggiamenti per la promozione in Prima Categoria del Sacro Cuore Cancello Arnone la nostra redazione ha intercettato il tecnico dei rossogialli. Un’altra annata vincente per l’ex New Cales che conquista la seconda promozione di fila. Questa la sua intervista.

Mister è stato un campionato particolare a causa del Covid. Come ha vissuto questa situazione? L’hanno soddisfatta le decisioni prese dalla Federazione sui campionati?

“Sono stato il primo a criticare quelli che ad inizio pandemia organizzavano amichevoli mancando di rispetto alla Federazione. Personalmente, insieme al presidente, abbiamo subito fermato gli allenamenti. Sui criteri decisi per l’assegnazione dei campionati non mi esprimo per rispetto sia della Federazione che delle altre società, anche se sono un po’ amareggiato. Avrei preferito che il campionato si concludesse sul campo ma non è stato possibile”.

E’ emozionato per il traguardo che ha regalato a questa piazza?

“Per Cancello Arnone parla una società come quella del Sacro Cuore. Non parlo di me perché mi sento ancora calciatore e da calciatore parlo anche ai miei ragazzi. Le soddisfazioni più belle le ha regalate la squadra perché quello che vale è il gruppo”.

Il Sacro Cuore Cancello Arnone

Cosa sente di dire ai suoi calciatori?

“I ragazzi, principalmente quelli locali, non avevano fatto un campionato per il vertice nelle stagioni passate. Ringrazio mister Fichele e Di Sano perché hanno lavorato bene. Ho trovato ragazzi del posto che hanno veramente sudato la maglia. Nonostante le difficoltà sono stati sempre compatti e ci hanno dato tanto. Penso che questa vittoria parte da loro fino ai giocatori che sono venuti da fuori che si sono integrati molto bene”.

Quale partita di questa stagione metterà nell’album dei ricordi?

“Sarebbe troppo facile dire San Cipriano, ma le partite che ci hanno permesso di raggiungere questo obiettivo sono quelle contro il Treglia o altre squadre di medio-bassa classifica perché queste sono quelle gare mai facili da sbloccare. Queste a mie avviso sono le partite che decidono il campionato perché sono squadre tignose che possono complicare i piani”.

Quali le ambizioni per il prossimo anno nella categoria superiore?

“Il nostro obiettivo è la salvezza, ma per me questo non sarà un campionato di Prima bensì di Promozione. Ci sono squadre che si stanno attrezzando con calciatori da cifre capogiro. Con questi budget si fanno campionati di Eccellenza e Promozione. A Cancello Arnone fin quando ci sarà la gestione tecnica Merolillo cifre esorbitanti per prendere i calciatori non ce ne saranno.  In questa categoria i rimborsi attuali sono eccessivi”.

I tifosi quest’anno vi hanno supportato molto, vuole dirgli qualcosa?

“Quello che mi sento di dire ai tifosi è di stare vicino alla squadra. La Prima Categoria è un campionato diverso e molto più difficile della Promozione. Qui non c’è l’obbligo under e scendono molti calciatori da categorie superiori perché non trovano spazio. Ci sono squadre molto attrezzate, bisogna lavorare bene e crescere i calciatori del posto. L’anno prossimo se ci sarà possibilità alzeremo l’asticella”.

L’obiettivo personale di mister Merolillo per la prossima stagione?

“Essere sempre una persona umile e aiutare sempre la società a crescere e mai a distruggere”.