DEBUTTO VINCENTE. Per Portone promozione al primo anno: “Eccellenza meritata, per tutta Maddaloni un orgoglio. Mercato? Tante conferme ed acquisti mirati”



Francesco Portone (foto SportCasertano)

MADDALONI – Una carriera di tutto rispetto da calciatore, con le maglie di Casertana, Audax Cervinara e Intercasertana tra le tante prima dell’approdo alla Maddalonese prima in veste di calciatore, e poi in quella da allenatore, con il raggiungimento della promozione in Eccellenza al primo anno: da lui si riparte per il prossimo campionato nella massima divisione regionale.

L’APPRODO IN ECCELLENZA. Un campionato quasi perfetto, con una 2^ posizione sempre sotto il saldo controllo granata, dall’inizio alla fine, che ha garantito alla Maddalonese l’accesso diretto in Eccellenza, complice la mancata partecipazione ai play-off causa covid-19: “L’approdo in Eccellenza è una soddisfazione immensa per tutta la società, che ha collaborato tutta per garantire le condizioni ottimali per raggiungere tale obiettivo, a partire dai vertici, passando per i calciatori e a terminare con i magazzinieri: ringrazio tutti loro per aver dato il massimo in questa stagione. Abbiamo meritato l’Eccellenza, visto il consolidamento del 2° posto, e sono convinto al 100% che se non ci fosse stata l’emergenza sanitaria avremmo comunque raggiunto l’Eccellenza attraverso i play-off”.



L’OBIETTIVO STAGIONALE. “Andremo a giocare un campionato importante, dove incontreremo squadre attrezzate supportate da grandi tifoserie, e sicuramente la Maddalonese non si farà trovare impreparata: non saremo la comparsa del girone. L’obiettivo è quello di disputare un campionato relativamente tranquillo, raggiungendo la salvezza il prima possibile”.

I CALCIATORI IN ROSA. “La maggior parte della squadra rimarrà la stessa, ovviamente la rosa sarà rinforzata da giocatori che hanno esperienza nel campionato di Eccellenza. I miei calciatori dovranno avere determinazione e fame, dovranno essere sempre stimolati per dare il massimo, perché questa è la base del successo”.

L’ESPERIENZA DA CALCIATORE. “Metterò a disposizione la mia esperienza da calciatore in questa categoria, cercando di renderla utile per il mio nuovo ruolo da allenatore. Al primo anno ho conquistato la promozione, ma non mi basta: voglio continuare a far bene, perché credo nel mio lavoro. Non vedo l’ora di ricominciare con gli allenamenti e con la preparazione al campionato”.