L’INFLESSIBILITA’ BRITISH. Quali categorie italiane rischiano la cancellazione come in Inghilterra? Dubbi e comparazioni

Stadi inglesi chiusi

CASERTA – Da diversi giorni ci si interroga sui tempi di ripresa dei vari campionati. E’ un dilemma che attanaglia la mente di tutti i protagonisti del calcio, dai vertici nazionali fino all’ultimo collaboratore della piccola società di provincia. Se da un lato è pronosticabile che i campionati professionistici riprendano da maggio in poi, nel dilettantismo ci sono maggiori dubbi e molto è legato alla categoria. Per la serie, più si scende, più ci sono difficoltà oggettive per la ripresa del campionato nei mesi estivi. Al momento Cosimo Sibilia, presidente della LND, si è espresso sulla volontà di riprendere i campionati ma ancora non c’è una data. Ovviamente, oseremmo dire, perché tutto dipende dal calo dei contagi e delle morti di una pandemia che ha stravolto la vita di tutti.

IL RIGORE DELLA FA. Mentre il calcio italiano sta preferendo la “politica dell’attesa”, in Inghilterra già è avvenuta una decisione forte, inflessibile: la prima adottata da uno delle Top Leghe europee. La Football Association (l’Ente calcistico inglese paragonabile alla nostra FIGC) ha annullato definitivamente tutti i campionati  del “National League System” che vanno dalla terza alla sesta divisione che, nella piramide complessiva del calcio inglese, comprendono i campionati dal settimo al decimo gradino della piramide, compreso il calcio amatoriale ed il calcio femminile. Niente retrocessioni e niente promozioni: tali campionati sono stati totalmente cancellati, come se non fossero mai esistiti. Per il momento, invece, sono solo rinviati i campionati di Premier League, Championship, League One, League Two, National League e National League North e South (riprenderanno se e quando possibile, probabilmente in estate).

COMPARAZIONE CON L’ITALIA. I campionati non sono paragonabili, perché sono strutturati diversamente ma se proprio si volesse fare una comparazione con l’Italia, si potrebbe dire che in Inghilterra hanno annullato definitivamente tutti i campionati dall’Eccellenza in giù. In base a cosa questa opzione? La natura territoriale. La FA ha infatti cancellato tutti i campionati regionali, lasciando in vita (fino ad ora) solo i campionati nazionali. E’ come se in Italia si decidesse di lasciare in carica i campionati nazionali (dalla Serie A alla Serie D) e di mettere fine a tutti i campionati gestiti dai Comitati regionali: dall’Eccellenza alla Terza Categoria, compresi campionati giovanili e calcio femminile. Un provvedimento che farebbe accapponare la pelle a tantissimi club, soprattutto coloro che hanno un vantaggio notevole e stanno per festeggiare la promozione nella categoria superiore.

LA SPIEGAZIONE. Come dare una spiegazione per questo provvedimento. Molti potrebbero pensare: “In Inghilterra c’è maggior rigore, è un modo di agire diverso rispetto all’Italia” che in effetti è vero in diversi ambiti, ma stavolta bisogna guardare in prospettiva e questo fa la differenza. Il coronavirus ha tristemente attaccato il Regno Unito (che ha sottovalutato ingiustificatamente il problema) con tre settimane, quasi un mese di ritardo rispetto al BelPaese, per cui, presupponendo che i tempi siano ancora lunghi di ripresa, vi è la forte probabilità che oltre Manica si potrebbe riprendere a giugno od anche luglio. Un’ipotesi chiaramente impossibile per quelle categorie in cui il calcio inglese è visto come secondo lavoro, divertimento e nulla di più. E di fatti una cosa è riprendere a maggio in Italia, un’altra è riprendere a giugno, forse luglio in Inghilterra.

L’ATTESA. Che una decisione del genere possa avvenire anche in Italia, questo non lo possiamo dire. Di sicuro è stata portata al vaglio dei vertici dirigenziali che stanno riflettendo su, però va detto che i tempi di ripresa in Italia dovrebbero essere in anticipo rispetto all’Inghilterra. E questo fa sperare che tutti i campionati, fino alla Terza Categoria, possano essere portati a termine. Con un’estate infernale di calcio giocato ma sempre con un dato che ha precedenza: il calo nelle prossime settimane di questo maledetto mostro chiamato Coronavirus.

LA LISTA DEI CAMPIONATO CANCELLATI

  • Isthmian League (Premier, North, South Central, South East)
  • Northern Premier League (Premier, North West, South East)
  • Southern League (Premier Central, Premier South, One Central, One South)
  • Combined Counties League (Premier, One)East Midlands Counties League (level 10 only)
  • Eastern Counties League (Premier, One North, One South)
  • Essex Senior League (level 9 only)
  • Hellenic League (Premier, One East, One West)
  • Midland League (Premier, One)
  • Northern Counties East League (Premier, One)
  • Northern League (One, Two)
  • North West Counties League (Premier, One North, One South)
  • Southern Combination League (Premier, One)
  • Southern Counties East League (Premier, One)
  • South West Peninsula League (Premier East, Premier West – level 10 only)
  • Spartan South Midlands League (Premier, One)
  • United Counties League (Premier, One)
  • Wessex League (Premier, One)
  • Western League (Premier, One)
  • West Midlands (Regional) League (Premier – level 10 only)