LA DETERMINAZIONE. Merola non perde di mira il traguardo: “Vittoria inarrivabile, disposto a giocare anche a luglio ed agosto. Su stipendi e beach soccer…

AVERSA – A 7 giornate dalla fine del campionato, il Real Aversa era ormai pronto per festeggiare la promozione in Eccellenza ma un’avvenimento mondiale frena d’improvviso l’euforia granata. Il periodo d’emergenza da coronavirus è un tempo difficile per tutti e lo è anche per il suo insostituibile uomo tra i pali, Tommaso Merola. Il normanno ha infatti ammesso di non trascorrere giorni sereni ma di essere determinato a riprendere il campionato e soprattutto disposto a giocare anche nei giorni caldi d’estate.

Come stai vivendo questo momento storicamente importante per l’Italia?

Non benissimo. Ero abituato a trascorrere i miei giorni sempre per strada tra lavoro ed allenamento, mentre adesso sono ventuno giorni che sto in casa.  

Nonostante lo stop forzato, sono tanti i calciatori che continuano ad allenarsi tra le mura domestiche. Come proseguono i tuoi allenamenti e cosa prevede la tua scheda?

Mi alleno tutti i giorni tranne la domenica che è il mio giorno di riposo, ho la fortuna di avere un ampio terrazzo a casa. I mie allenamenti si alternano tra un po’ di aerobica e potenziamento.

Sono molte le ipotesi sulle date rispetto alla ripresa del campionato. Quando pensi si possa riscendere sul rettangolo verde?

Prima possibile spero. Stando in casa ho la possibilità di restare sempre aggiornato, così sto seguendo i dati statici e fortunatamente si stanno vedendo miglioramenti. Penso che dopo sia dura tornare alla normalità ma credo che ci facciano riprendere circa la metà di maggio.

Quale pensi sia la soluzione migliore per il campionato? Annullamento, Sospensione o Cristallizzazione?

Ammetto di essere di parte giocando nel Real Aversa. Siamo prima in classifica e abbiamo 7 partite ancora da disputare quindi la mia idea è quella di far finire il campionato, mantenendo sempre la massima sicurezza. Sono disposto a giocare anche nel mese di luglio ed agosto perché ci sono molti soldi investiti e non ritengo sia giusto annullare o sospendere i campionati. Siamo tesserati e stipendiati dalla società dunque se non dovessimo concludere il campionato non saremmo in diritto di avanzare nessuna pretesa sugli stupendi. Ripeto, sono disposto a riprendere in qualunque mese, anche se sono consapevole che in estate ci sono altre discipline, come ad esempio il beach soccer al quale partecipo ogni anno e che sicuramente slitterà.

Come consideri la probabile alternativa proposta da Sibilia di giocare 3 volte a settimana una volta riprese le competizioni?

Giocare tre volte a settimana è dura ma credo che Sibilia intendesse disputare gare la domenica, il mercoledì e poi nuovamente la domenica. Io giocherei anche tutti i giorni, ma non tutte le squadre hanno la qualità competitive per poterlo fare.

Un messaggio per i tifosi.

Spero di rivedere tutti al campo per festeggiare questa vittoria che sembra inarrivabile. Manca pochissimo e non importa se a luglio, agosto o settembre, l’importante sarà organizzare una grande festa finale. E’ questo quello che merita Aversa, tifosi e città.