LA SUPER SFIDA. De Fenza incita la Maddalonese: “Non temiamo il Real Aversa. Aspetto il Cappuccini delle grandi occasioni, tra le rivali la Boys Caivanese…



De Fenza difensore della Maddalonese

MADDALONI –  Sarà una mattinata tutta granata quella di domenica, con il big match tra le prime della classe Maddalonese-Real Agro Aversa, in programma alle ore 11:00 tra gli scenari del “Cappuccini” di Maddaloni. Scontro diretto tra prima e seconda del girone A di Promozione, distanti attualmente da 14 punti in classifica per la splendida volata aversana. Tuttavia neppur la Maddalonese ha volato basso fin ad ora come lo dimostrano anche le parole del difensore classe 1984 Giuseppe De Fenza.

Per noi domenica sarà una partita come tutte le altre. Sicuramente sarà una sfida difficilissima perché è il Real Aversa è una grande squadra come documentano i risultati. Ma noi non la temeremo, anzi proveremo a giocarcela a viso aperto perché anche noi siamo una squadra forte e i nostri tifosi meritano di vederlo”.



Che pubblico ti aspetti domenica al “Cappuccini”?:

Spero che ci sia il pubblico delle grandi occasioni. Mi auguro di vedere uno stadio davvero pieno perché il loro sostegno per noi in campo è fondamentale.”

I 60 punti in classifica del Real Aversa dimostrano di essere una compagine completa su tutti i fronti, quali secondo te sono le forze maggiori rispetto alle altre squadra del girone?

Credo che siano i calciatori presenti nella rosa. Conosciamo le carriere di ognuno di loro e sappiamo che sono segnate da categorie importanti. Ma domenica tutto questo non dovrà spaventarci, anche per il timore da parte nostra è davvero poco se non nullo”.

Le speranze di un super sorpasso in classifica sono ancora vive nonostante i 14 punti che vi separano dal Real Aversa?:  “Noi non pensiamo ad un sorpasso, cerchiamo semplicemente di continuare sulla scia positiva così come stiamo facendo. Proveniamo da risultati utili consecutivi quindi al momento siamo contenti, poi a fine campionato tireremo le somme”.

Per la lotta in chiave play-off, qual è l’avversario più temibile tra Boys Caivanese, Acerrana, Aquile Rosanero, Villa Literno e Puglianello?

“Io credo che attualmente la Boys Caivanese sia quella più temibile. Anche lei come noi viene da un momento di gran forma e ottimi risultati e infatti ci separano solamente due punti”.

Difatti per la Maddalonese i big match non finiscono domenica, in quanto la prossima avversaria, dopo il Real Aversa, sarà proprio la Boys Caivanese con la quale si giocherà l’importante scontro diretto nelle loro mura napoletane. Quanto siete carichi e come vi state preparando a questi giorni fondamentali per le sorti del campionato?

“Ci prepariamo come tutte le settimane, gara dopo gara, cercando di allenarci sempre con la stessa grinta ed energia. Adesso pensiamo al match di domenica, da settimana prossima penseremo alla Caivanese”.

Come è iniziata la tua esperienza a Maddaloni e quanto sei soddisfatto fino ad ora del tuo cammino con la maglia granata?: “Sono venuto a giugno perché con il presidente Verdicchio ho preso anche accordi lavorativi, infatti gioco e lavoro per loro. Sono persone eccezionali, mi trovo benissimo con tutti e quando i rapporti sono improntati così i risultati vengono da se. Sono contento di essere qui a Maddaloni ma sul mio resoconto stagionale da calciatore preferisco sempre tirare le somme alla fine”.