DISORDINI ALBANOVA-AFRAGOLESE. Ecco la partita, ma il risultato passa in secondo piano

CASAL DI PRINCIPE – L’Albanova non riesce a fermare la corsa della capolista Afragolese. I rossoblù passano allo Scalzone, imponendosi con un netto 1-4. A tenere banco, però, sono gli scontri tra le due tifoserie all’esterno dello stadio nel prepartita, che hanno rovinato una giornata di festa con tanti tifosi e bambini sugli spalti. Il match vede l’Afragolese dominare sin dalle prime battute, trovando tre reti nel primo tempo con Nocerino, Murolo e Sogno. Nella ripresa un gran gol di Lepre (sempre l’ultimo a mollare) riapre uno spiraglio, subito chiuso dal gol della doppietta e del definitivo 1-4 di Murolo. Quinta sconfitta interna in campionato per i biancazzurri, che mercoledì nel turno infrasettimanale faranno visita al Gragnano. Nel post partita la posizione della Società circa i disordini espressa dal presidente Giuseppe Zippo, il quale ha rassegnato le dimissioni.

ALBANOVA-AFRAGOLESE 1-4

ALBANOVA (4-3-3): Riccio; Ciano, Fiorillo, Falco, Migliarotti; Casale, Rinaldi, Peluso (41′ De Simone); Lepre, Cifani, Di Micco (58′ Scielzo). A disp.: Restina, Andreozzi, Guglielmo, Esposito. All.: Coccellato

AFRAGOLESE (4-3-3): Pragliola; Giordano, Nocerino, Lagnena (63′ Palumbo), Liguoro; Marigliano, Conte (79′ Ricci), Ausiello (78′ Santonicola); Murolo (85′ Befi), Fava Passaro, Sogno (76′ Manzo). A disp.: Caputo, Liguori, Romano, Signorelli. All.: Masecchia: 10′ Nocerino, 22′ Murolo, 35′ Sogno, 57′ Lepre (AL), 68′ Murolo
ARBITRO: Amadei (Terni). Assistenti: Guerra (Nola), Cristiano (Frattamaggiore)

AMMONITI: Murolo, Ausiello (AF)