Maddalonese, il rammarico di Portone: “Abbiamo perso due punti, Oltre dieci occasioni limpide, ma non cerco alibi”

Francesco Portone, tecnico della Maddalonese

MADDALONI – Come da pronostico, quella tra Maddalonese e Aquile Rosanero è stato un match imprevedibile e ricco di colpi di scena, con i granata che non riescono a prendere dalla diretta concorrente i 3 punti, nonostante a inizio secondo tempo il tabellino recitasse il risultato di 2-0.

GRANATA POCO LUCIDI. Nonostante fino al 50′ si assiste ad un monologo granata, gli uomini di mister Portone buttano via il doppio vantaggio, pur creando occasioni a non finire: “Questo è il motivo per cui il pareggio mi rammarica, non abbiamo guadagnato un punto, bensì ne abbiamo persi due. Chi ha assistito alla gara sa che abbiamo creato quasi 10 palle goal limpide, ma purtroppo dobbiamo accontentarci del pareggio e ripartire da qui. La Maddalonese è una squadra esperta che non può permettersi di subire un goal subito dopo averlo segnato: abbiamo avuto un calo di concentrazione perché credevamo di avere la vittoria in tasca, ma il calciò dà e toglie allo stesso tempo”.

NO ALIBI. E se alle occasioni sprecate aggiungiamo un pieno palo ed un goal annullato per presunto fallo in attacco, allora si può menzionare la sfortuna, ma l’allenatore granata non è in cerca di alibi: “Credo che nell’azione del terzo goal annullato Pingue non commetta fallo, bensì prenda chiaramente la palla. Non sono dispiaciuto per la scelta dell’arbitro, bensì per la modalità: ha prima concesso il goal, per poi annullarlo dopo un minuto. Ad ogni modo non cerco alibi, e non ho nulla da recriminare all’arbitro, né tanto meno ai miei ragazzi, che hanno dato l’anima in campo. Ora ripartiamo dal prossimo match con la Neapolis.”