GLADIATOR, SERVE LA SVOLTA. Team Altamura rivoluzionato con tanti innesti rispetto all’andata

Antonio Croce

ALTAMURA – Svolta: è la parola che il Gladiator vuole ottenere dalla trasferta in terra pugliese. Rispetto all’andata tanto è cambiato nel Team Altamura, avversario oggi pomeriggio di Di Pietro & soci allo stadio “Tonino D’Angelo” di Altamura alle 14.30. All’andata i neroazzurri di Pasquale Borrelli vinsero per 2-1 al “Piccirillo” con le reti di Alessio Ziello ed Antonio Del Sorbo, con i pugliesi che prima accorciarono le distanze con Tedesco su rigore e poi videro frantumarsi sul muro sammaritano le chance di pareggio, con il rigore parato da Gennaro Zagari a Dorato.

I NUOVI ACQUISTI. Di quella squadra tanti sono i cambi, in primis l’allenatore Alessandro Monticciolo che ha preso il posto di Severo De Felice. Per rinforzare la rosa di una squadra che al momento ha 20 punti (1 lunghezza in più del Gladiator), la società ha acquistato il bomber classe ’85 Antonio Croce ex Taranto e Brindisi, l’attaccante classe ’86 Giuseppe Siclari ex Casertana e Nocerina, il difensore classe ’85 Raffaele Gambuzza ex Martina Franca e San Tommaso, l’esterno offensivo classe ’84 Daniele Sisalli ex Sora e Corato ed il difensore classe ’93 Francesco Russo ex Ascoli e Battipagliese. Il trainer biancorosso potrebbe optare per l’inserimento di tutti i nuovi acquisti del mercato decembrino nel 3-5-2 che oggi affronterà il Gladiator. Sfida fondamentale per i pugliesi così come i sammaritani che vogliono la svolta, partendo con il piede giusto nel 2020 e dare una sterzata verso la salvezza tranquilla.

Carlo Petrani