L’amarezza di Salvatore Violante: “La sconfitta ci sta ma non permetto di essere mandato a quel paese dal direttore di gara”

Salvatore Violante

In sala stampa si è presentato anche il responsabile dell’area tecnica Salvatore Violante. “Sono molto arrabbiato – ha esordito – perché determinate cose non mi vanno. Per il rispetto nei confronti della famiglia D’Agostino e della città di Caserta non accetto che l’arbitro mi mandi a quel paese tra primo e secondo tempo. Ho chiesto agli ispettori federali di essere ascoltato perché non mi fermo e non ammetto a nessuno di mancarmi di rispetto. Ma non solo a me all’intera società, alla Casertana, a chi investe soldi nel calcio. A Caserta siamo civili e accogliamo tutti in maniera educata e il rispetto lo pretendiamo dal direttore di gara. Poi possiamo tranquillamente dire che abbiamo perso meritatamente, non siamo stati i soliti ma certi atteggiamenti proprio non li consento”.