Ciullo prova ad incollare i cocci del Brindisi: “Siamo in 19 contati. Dal Gladiator prendiamo spunto per la reazione d’orgoglio”

Salvatore Ciullo

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Un Brindisi in evidente difficoltà arriva allo stadio “Mario Piccirillo” per conquistare punti. La sconfitta casalinga contro il Francavilla aumenta la crisi di una compagine che nella prima parte di stagione era stata anche in testa per qualche giornata.

Alla vigilia della partita, l’allenatore Salvatore Ciullo prova a caricare la sua squadra: “E’ ovvio che sia un momento delicato, non mi sono mai nascosto nella mia vita. Del resto, da quando sono arrivato è sempre stato difficile, molto più di quanto mi aspettassi. Partiremo in 19 per la Campania, non posso farci nulla. Il mercato apre lunedì e abbiamo già perso alcuni elementi. Vorrà dire che col Gladiator dovremo essere ancora più forti, mi aspetto una reazione di orgoglio dai miei. Anzi, dovremmo prendere proprio esempio dal Gladiator che nel momento di crisi ha avuto una reazione di forza vincendo col Grumentum“.

Con il caso Anibal Montaldi che continua a tenere banco (CLICCA QUI PER LEGGERE), il trainer ex Matera, Taranto e Juve Stabia aspetta numerosi movimenti di mercato per la finestra di riparazione che apre domani: “Il Brindisi dovrà fare ancora a meno di Anibal Montaldi. Il calciatore, che in settimana si è allenato regolarmente con la squadra, non avrebbe dato la sua disponibilità per giocare a Santa Maria Capua Vetere contro il Gladiator. Infine per il mercato avevo chiesto rassicurazioni alla società già al momento della mia firma rispetto ad alcune operazioni da fare alla riapertura del mercato e mi sono state confermate in queste ore. E’ ovvio che bisogna fare qualcosa. Ora, però, pensiamo a questa partita e poi iniziamo un nuovo percorso”.

Carlo Petrani