Il Villa Literno celebra il proprio capitano, Russo: “Qui una seconda famiglia”

Gianluca Russo

Il Villa Literno a poche ore dal match casalingo del “Tavoletta” valido per la dodicesima giornata di andata festeggia un grande evento “storico”. Gianluca Russo celebra dieci anni con la casacca biancorossa. Se non’è un record assoluto, poco ci manca. Prima che calciatore Gianluca Russo è un uomo, una persona eccezionale e un capitano come pochi:

“Noi siamo quelli che son cuccioli del mondo che inseguono le nubi e cantano alla luna che sotto la tempesta vanno fino in fondo e puntano il domani contro la sfortuna noi siamo quelli che son spiccioli di storia piccoli grandi eroi di cui nessuno ha mai memoria perché il ricordo siamo noi ma o cuore! cuore! cuore”

Il numero “8” del Villa capitano di mille imprese sportive si racconta:

“Questo è il mio decimo anno a Villa Literno, ho iniziato con lo stesso amore e passione del primo, in questi dieci anni spero di essere stato un buon compagno di squadra e un buon atleta per gli allenatori che ho avuto sia come calciatore ma soprattutto come uomo. Nel corso degli anni ho avuto la possibilità di cambiare squadra ma ho sempre rifiutato perché ritengo il Villa Literno calcio, la mia seconda famiglia. Purtroppo ci sono stati momenti meno belli uno su tutti la finalissima persa per andare in eccellenza e questa rimarrà per sempre una ferita indelebile.Oggi il Villa Literno è una grande realtà calcistica con un grande presidente e grandi dirigenti e sono sicuro che, con me o senza di me, il Villa Literno Calcio riuscirà nel corso degli anni a togliersi tantissime soddisfazioni”.

“La carriera è un sentiero tracciato. Chi è veramente libero, invece, sceglie il proprio sentiero. Un solo capitano Gianluca Russo “

Gaetano Molaro
Ufficio Stampa Asd Villa Literno Calcio