LA MADDALONESE RITORNA VICECAPOLISTA. Successo anche nel secondo tempo a distanza contro la Boys Caivanese nel recupero

 

MADDALONI – La Maddalonese chiude la pratica infinita con la Boys Caivanese e conquista i tre punti che la riportano in solitaria al secondo posto in classifica. Nel recupero della nona giornata i granata dominano, seppur in dieci uomini, in lungo e largo gli avversari e conquistano una meritata vittoria che testimonia l’ottimo rendimento della compagine allenata da mister Portone.

Quinta vittoria casalinga consecutiva e porta imbattuta da 460′ minuti tra le mura amiche. Il secondo tempo del recupero con la Boys si è trasformato in un autentico monologo della Maddalonese che, prima della rete della tranquillità, ha divorato alcune clamorose palle gol. “È stata una partita preparata principalmente sotto il profilo psicologico e dove – afferma l’allenatore Ciccio Portoneho visto un gruppo unito come non mai. Sembrava che in campo ci fossero tutti i componenti della rosa. Era una gara che sentivamo molto, ad un certo punto abbiamo dominato il campo ma, in queste occasioni non si sa mai quale piega può prendere il match. Siamo meritatamente tornati al secondo posto e – conclude il trainer granata – vogliamo continuare a marciare a pieni giri“.

Decisivo il bomber Angelo Parente che con precisione chirurgica ha segnato nello stesso minuto della sfida interrotta per pioggia il 3 novembre scorso. Un’azione personale al minuto 48′ dove l’attaccante ha coniugato potenza fisica e spietatezza in area di rigore. Per Parente si tratta del settimo sigillo in campionato. Un gol che ha fatto esplodere di gioia i tifosi che hanno sfidato la pioggia, ancora una volta con presenza copiosa al “Cappuccini“. Gara iniziata, infatti, con oltre 50′ minuti di ritardo sull’orario federale per il fortissimo acquazzone abbattutosi sulla città nella tarda mattina. L’arbitro ha effettuato ben tre sopralluoghi con i rispettivi capitani prima di optare per il regolare svolgimento.

Maddalonese che scende in campo in assetto da battaglia. Grande accortezza al reparto difensivo ma, senza tralasciare gli spunti in attacco. Dopo cinque minuti,Pingue ci prova su calcio d’angolo ma la sua torsione di testa finisce al lato. Al minuto 11’ si grida al gol dopo che Pucino riesce a conquistare una palla ribattuta dalla difesa ospite, servendo splendidamente Verdicchio che da posizione laterale all’interno dell’area fa partire un tiro a giro che si stampa sul palo. Al 17′ si vede la Caivanese con Mugione: il suo fendente dal limite dall’area viene bloccato da Sodano. Al 36′ ci prova Ferraro di prima intenzione su una punizione al limite dell’area: la sua botta di esterno finisce sul palo interno a pochi centimetri dalla linea di porta. C’è solo la Maddalonese in campo. Al 42′ Pingue dopo una prorompente azione personale si presenta da solo davanti al portiere ma la conclusione non è precisa. Al terzo minuto di recupero ci pensa Parente a far calare il sipario. Palla conquistata poco dopo il centrocampo, sgroppata solitaria, ingresso in area, avversario aggirato con abilità e rasoterra sull’uscita del portiere.