ON CRAZY STAGE. Formicola: “Acerrana team insidioso. Il Villa Literno sta crescendo, a dicembre…

Giovanni Formicola

Una presenza importante giovedì sera nel “crazy stage” di Tutti Pazzi per il calcio minore, il neo allenatore del Villa Literno Giovanni Formicola, soffermandosi sulla grande forma della sua compagine dopo un inizio un po’ deludente.

E’ partita subito bene la sua esperienza sulla panchina del Villa Literno a campionato in corso, conquistando tre vittorie su tre che hanno improvvisamente cambiato il vento nella compagine biancorossa: “Sono innanzitutto contento di aver accettato questa piazza. Ringrazio il presidente Fontana, il direttore Musto e Michele Aletta per avermi dato questa opportunità. Io a Villa Literno dovevo esserci già qualche anno fa ma per una serie di situazioni non sono approdato prima. Abbiamo iniziato nella maniera giusta cercando di trasmettere subito quelli che sono i principi, i concetti e le mie idee di calcio alla squadra lavorando molto sulla testa in quanto venivano comunque da quattro risultati non trionfanti tra Coppa e Campionato. Avevano bisogno di un cambio di tendenza e naturalmente insieme al mio staff qualificato stiamo cercando di lavorare bene e stiamo risalendo in classifica. Il Villa Literno non è la stessa squadra degli altri anni però ha comunque dei valori importanti e i risultati non vengono mai per caso. Negli allenamenti i giocatori mostrano tutto il loro impegno. E’ chiaro che è una squadra un po’ lacunosa in alcuni reparti infatti la società mi ha promesso qualche acquisto importante se da ora a dicembre riusciamo a mantenere un buono standard. Non sarei venuto per fare un campionato tranquillo anche perché l’ambiente vuole una squadra che deve lottare per vincere”.

E a proposito dell’ambiente, il tecnico biancorosso esprime il proprio stato d’animo e quello dell’intera piazza: “E’ sicuramente un ambiente molto difficile. E’ una società molto attrezzata, il presidente Fontana mette a disposizione grossi mezzi infatti mi hanno subito accontentato, anche se dico la verità ci hanno aiutato molto anche i risultati iniziali. E’ un ambiente che va tirato su anche perché posso assicurarti che io ho davanti agli occhi ancora la scena di quella finale che persero nei play-off in casa con una tribuna piena. Hanno quindi sempre la sensazione di non farcela ma non è così, c’è bisogno di tanta fiducia e anche su questo sto cercando di lavorare molto perché si deve essere sempre propositivi. Siamo competenti e mi auguro di riportare di nuovo il pubblico presente allo stadio”.

Conclude sul prossimo turno Villa Literno-Acerrana che si disputerà a Cardito su un terreno di gioco insidioso: “Credo che l’Acerrana sia una squadra insidiosa. Naturalmente mi aspetto che la mia squadra faccia una partita importante anche perché fino a questo momento abbiamo disputato gare su erba naturale e ora sono curioso di vedere i miei giocatori esprimersi su un campo con caratteristiche particolari, sintetico e stretto. Su questi campi di gioco non si possono trovare scuse come ad esempio il passaggio sbagliato o il rimbalzo della palla, dunque l’errore potrà significare soltanto un bisogno di maggior lavoro anche se sono conscio che gli errori si riducono ma non si eliminano. Ripeto insidiosa è l’Acerrana perché è un’ottima squadra con dei giocatori importanti di categoria superiore e la classifica lo dice. Noi andiamo lì a fare la nostra gara, la stiamo preparando bene e cercheremo di portare i punti a casa”.