ON CRAZY STAGE. Valerio: “Il trionfo col Napoli Nord è la scossa per il Marcianise. Pomigliano squadra forte, dimissioni Gallo? Non…



Angelo Valerio

MARCIANISE – Ieri sera nel “crazy stage” di Tutti Pazzi per il calcio minore è stato ospite Angelo Valerio, il tecnico dell’U.S. Marcianise.

E’ stata una settimana particolarmente strana per il club biancoazzurro con le dimissioni del presidente Vincenzo Gallo, avvenute in settimana: “In questa settimana ho preferito concentrarmi sul lavoro di campo, poco mi prende tutto quello che possa interessare l’aspetto societario esterno. Ovviamente  influisce sulla squadra e sul suo andamento. Da quello che ho appreso il presidente Vincenzo Gallo ha avuto problemi personali e di conseguenza non ha potuto più portare avanti gli impegni presi. Si stanno riformulando le cariche anche se le restanti non cambiano, a mutare sarà soltanto il presidente”.



E sull’addio anche del vicepresidente Giulio Buonpane: “Per onestà devo ammettere che del caso Buonpane non ero a conoscenza, apprendo la notizia in questo momento.  Nonostante questo momento frastagliato stiamo avvertendo molto la presenza della società, a partire da Salomone e dal direttore tecnico Cicala per finire a Giuseppe Iannotta. La società non fa mancare nulla, sia sul piano finanziario che organizzativo“.

Ritornando al campo e alla vittoria del 4-0 contro la Napoli Nord, l’allenatore Valerio afferma che è stata fondamentale per dare una scossa alla squadra: ” Questa vittoria rappresenta per noi tutto quello che serviva, anche perché ne veniamo da un pareggio in casa con il Poggiomarino con un goal subito su calcio piazzato a 3’minuti dalla fine, nonostante un gran partita. C’è da dire che c’erano molti squalificati, ciò non è una scusante, però è importante sottolineare che giocatori come Famiano, Allegretta in questa categoria fanno la differenza. Il punteggio contro la Napoli Nord è stato importante, ci ha rimesso in carreggiata per il campionato, anche se ora ci aspetta una partita dura”.

Ha continuato poi sottolineando il cambiamento evidente del passaggio di categoria dalla Promozione all’Eccellenza: “Obiettivamente l’Eccellenza rispetto alla Promozione è un campionato diverso. La differenza la si nota già dallo stato d’animo, ad esempio l’anno scorso non abbiamo mai vissuto fortunatamente settimane altalenanti, quest’anno già è differente. La partita di Coppa Italia o anche una partita importante come quella con l’Afragolese hanno fatto si che avessimo alti e bassi da metabolizzare rispetto allo scorso anno. E’ chiaro che in Eccellenza cambiano le società, i budget, le piazze e anche i giocatori. Dobbiamo abituarci a questa novità perché di fronte abbiamo squadre ben organizzate e noi non possiamo farci trovare impreparati“.

Infine sul Pomigliano, prossima avversaria di campionato: “Il Pomigliano è una compagine fatta di giocatori con nomi importanti come Pisani, Gioielli, Conte, Russo. Ho letto su qualche giornale che è quasi fatta anche per Troianiello e Gennaro Esposito. Giocheranno in casa quindi ci sarà anche il calore del loro pubblico. Il campionato è lungo però sono costretti a fare risultato perché ambiscono a posizioni alte in classifica e noi non dobbiamo essere la vittima sacrificale, quindi proveremo a giocarcela e vediamo cosa succederà“.