PITOCCHI RIPERCORRE LA STAGIONE DEL TEANO: “Dalla cavalcata trionfale alla salvezza, anno fantastico. La mia intenzione è di….

Amilcare Pitocchi

TEANO –  Dopo la salvezza ottenuta a fine stagione, i giocatori si stanno godendo le meritate vacanze prima di tornare sui campi. Questa settimana, ai nostri microfoni, il calciatore del Teano Amilcare Pitocchi ha rilasciato alcune dichiarazioni analizzando la stagione da poco terminata.

LA STAGIONE. Il difensore commenta in questo modo l’annata che ha visto i rossoverdi protagonisti: “La stagione che si è appena conclusa è stata fantastica. Abbiamo cominciato questo campionato con basse aspettative ma ci siamo ritrovati alla fine del girone di andata in terza posizione. Una sfilza di risultati negativi ci ha penalizzato a causa di diversi fattori, in primis l’inesperienza e forse qualche scelta che non ci ha avvantaggiato. Alla fine però siamo riusciti ccomunque a salvarci, naturalmente per una neopromossa è già tanto trovarsi in quella posizione al giro di boa, come prima stagione è stata molto soddisfacente”.

L’AMBIENTE. Il calciatore è al quarto anno con la maglia sidicina ed esprime tutta la sua soddisfazione. “Dopo aver disputato due buone stagioni in prima categoria, lo scorso anno da sfavoriti riuscimmo nell’impresa di conquistare la Promozione con una grande cavalcata. Quest’anno è stato il primo anno di Promozione sia per me che per il Teano dopo alcuni anni ed il bilancio penso che sia più che positivo. Teano penso sia il posto migliore per un calciatore, un posto dove le pressioni sono moderate, mi sono sempre trovato bene soprattutto grazie alle persone che ci sono che qui sono storiche, il direttore, il tecnico, la società, hanno lavorato per fare stare bene me ed i miei compagni”

IL GRUPPO. Pitocchi ci spiega qual è stato il segreto che ha portato il Teano al raggiungimento della salvezza: “Dopo tanti risultati negativi era difficile uscirne fuori, a dicembre sono arrivati parecchi giocatori e trovare l’amalgama richiedeva tempo. Abbiamo fatto gruppo e ci siamo aiutati a vicenda, siamo riusciti ad evitare i play-out e non era semplice. Nelle ultime partite abbiamo perso punti importanti nelle sconfitte esterne a Goti e a Casagiove pur disputando buone gare, in casa della Virtus Liburia poi abbiamo vinto l’ultima partita offrendo una grande prestazione ed ottenendo la salvezza che non era facile.”

IL FUTURO. Alla domanda sul proprio futuro, il centrocampista ci risponde così: “Ora è ancora troppo presto per decidere visto che la stagione è appena terminata, nel calcio bisogna tenere conto di qualsiasi aspetto e per me conta molto che il progetto sia solido e ben strutturato. La mia volontà è quella di restare a Teano però bisogna trovare un accordo tra le parti, ci sarà il tempo per prendere questa decisione”