Volturno dalla paura al sollievo. Perde con la Vela Ancona, ma il Brizz Catania regala la salvezza alle gialloverdi

Antonella Di Grazia, 3 reti oggi (foto: Sportcasertano/Marco Falco)

Finale con brivido per il Volturno nell’atto finale del campionato di Serie A2 femminile di pallanuoto, girone Sud. A Santa Maria Capua Vetere passa la capolista Vela Ancona, senza strafare, per 5-9, ma con un’infinità di errori sotto porta. Un’involuzione sul piano del gioco che ha fatto più volte infuriare coach Napolitano a bordo vasca. Poi, a fine gara il risultato che fa tirare il sospiro di sollievo alle sammaritane. Il Brizz vince a Firenze ed appaia il Volturno a 16 punti, ma per differenza reti peggiore negli scontri diretti le catanesi giocheranno i play-out come terz’ultima. Sospiro anche per la società di Tatavitto che manterrà la categoria senza passare per ulteriori 2 o 3 gare (che costano anche parecchio). Il Volturno non gioca malissimo, ma la pressione è tanta e si sbaglia addirittura più del solito.

Una rete di Strappato in controfuga (foto: Sportcasertano/Marco Falco)

Volturno senza Monaco, Bergamo e Ventriglia e con un nominativo in meno a referto. Grande equilibrio nei vari quarti, ma con l’Ancona di coach Pace molto più concreta e compatta e che senza ‘farsi male’ più del dovuto in vista play-off approfitta degli sbagli avversari. Le locali vanno in vantaggio con De Mattei, in solitaria su assist della Strappato e poco dopo Quattrini fa 0-2. Alessia Fatone, poi in controfuga accorcia su assist di Pellegrino. Nel secondo quarto Rachid sbaglia il pallonetto, Stellato lo battezza fuori, ma poi finisce in rete, ma il Volturno davvero spreca di tutto in attacco. Si cambia vasca sul 3-1. Strappato apre le marcature della seconda parte di gara in ripartenza dopo un palo sfortunatissimo di Llacja. Di Grazia trova il jolly da fuori per dimezzare lo svantaggio (2-4), ma ancora Strappato (la migliore in vasca probabilmente) in superiorità riporta sul +3 le doriche. La Vela (che ha tenuto praticamente a riposo bomber Altamura) si spiega nel pomeriggio ventoso della città del Foro. De Matteis ne segna due (prima lottando con due avversarie e poi in superiorità), poi Fiore e Strappato in controfuga entrambe portano sul 9-2 le ospiti che non mollano il colpo, ma subiscono la reazione a giochi fatti del Volturno che limitano i danni con Fatone in superiorità (1/8 per le gialloverdi), e due volte con Di Grazia per il 5-9 finale a 5” dalla fine del match.

Alessia Fatone in rete (foto Sportcasertano/Marco Falco)

Poi la lunga attesa che trasforma i musi lunghi in mezzi sorrisi. Mezzi, perché dopo la gara tutte a rapporto da coach Napolitano per l’ultima ramanzina stagionale. Nessuna bottiglia stappata “Non è il caso” commentano le ragazze. Giovedì si riprende con gli allenamenti.

VOLTURNO-VELA ANCONA  5-9

(1-2, 0-1, 1-2, 3-4)

VOLTURNO: Stellato, Palmiero, Vitale, Fatone G., Zito, Pellegrino, – , Llacja, Riccio, Masciandaro, Di Grazia 3, Fatone A. 2, Genzano. All. Napolitano

VELA ANCONA: Andreoni, Strappato 3, Diliberto, Rachid 1, Bersacchia, Fiore 1, Di Martino, Vecchiarelli, Santini, De Matteis 3, Altamura, Quattrini 1, Leone. Pace

ARBITRO: Vildacci

SUPERIORITA’: Volturno 1/8, Vela Ancona 3/7

Note: espulsa definitivamente Quattrini (VA) a 6’00” 4T. Sprint: 3-1 Volturno. Spettatori 100 circa.