Una splendida Casertana per un derby infuocato. Pareggio finale e un pò di amarezza

Mancino in azione contro la Juve Stabia (Foto Giuseppe Scialla)

CASTELLAMMARE DI STABIA. Un derby infuocato.  Un secondo tempo denso di tensione ma che la Casertana è riuscita a gestire, seppur in dieci, sino al minuto 89, quando Russo è stato infilato da un calcio di punizione dalla distanza di Calò. E’ stata un battaglia, grande dispendio di energie sia fisiche che mentali, protagoniste due squadre che cercavano il  successo e alla fine è arrivato un pareggio che lascia un po’ di amarezza tra i tifosi rossoblu che sino all’89’ festeggiavano la vittoria della propria squadra.

LE SCELTE. A sorpresa Fontana schiera dal primo minuto Padovan al posto di Floro Flores che si accomoda in panchina.  C’è anche Mancino (alla seconda da titolare) nell’undici iniziale. Caserta conferma il 4-3-3, con Paponi al centro dell’attacco, con a fianco l’ex rossoblu Carlini e Canotto.

GLI EX JUVE STABIA. Ne sono cinque. Il portiere Russo giocò con la Juve Stabia nella stagione 2016-17. Due anni con le vespe per Zito e ben quattro per Gigi Castaldo (36 reti in 112 partite). Anche De Marco, prima di arrivare a Caserta, ha vestito la casacca gialloblu del settore giovanile. Infine Fontana, allenatore della Juve Stabia nell’anno 2016-17, esonerato a marzo 2017 dopo aver chiuso in girone di andata in testa alla classifica.

PRIMO TEMPO.  All’11 colpo di testa di Paponi è bloccato senza problemi da Russo. Un minuto dopo risponde la Casertana. Sugli sviluppi di un angolo d’angolo Zito, di testa, non inquadra la porta. Al 20’ Russo respinge un insidioso colpo di testa di Canotto. Mastalli da fuori calcia di poco alto al 22’. Sfortunata la Casertana un minuto dopo. Cross rasoterra di  Zito, palla a Mancino che in area riesce a girarsi e calcia di destro colpendo la traversa. La gara è aperta. La Casertana passa in vantaggio al 29’. Da uno spiovente da sinistra sul secondo palo Castaldo colpisce al volo, non bene, ma in modo tale da mettere fuori causa Branduani. Prova a reagire la Juve Stabia ma la Casertana si difende con ordine e senza difficoltà, con Russo mai impensierito fino al 45’.

L’esultanza di Castaldo (Foto Giuseppe Scialla)

SECONDO TEMPO. Dopo tre minuti una punizione di Calò è parata da Russo.  Vicino al raddoppio la Casertana. Castaldo recupera un buon pallone e serve Mancino che di prima invita alla conclusione Padovan, alta. Si fa perdonare l’ex Foggia qualche minuto dopo quando si presenta a tu per tu con Branduani e lo batte. Ma dopo meno di un minuto e una chiacchierata tra arbitro e guardalinee la rete è annullata per fuorigioco. Al 63’ Calò ci prova direttamente dalla bandierina, Russo respinge con i pugni. Arriva il primo cambio della partita. Caserta inserisce Vicente al posto di un impalpabile Carlini. Dopo 27 minuti della ripresa Fontana pensa sia arrivato il momento di coprirsi. Fuori Mancino e dentro Lorenzini. La difesa rimane a quattro. Pinna si sposta a sinistra, Zito sale a centrocampo e Vacca funge da trequartista. Al 74’ Pinna dopo aver commesso  fallo su Canotto, appena fuori area, è ammonito per la seconda volta ed è costretto a lasciare il campo. Intanto resta a terra Vacca sanguinante. Si scatena una rissa in campo. Ne fanno le spese Troest e Blondett. Sale la tensione. Il gioco resta fermo per circa 6 minuti. Vacca è costretto ad abbandonare la partita. Entra Ferrara. Un altro cambio anche per la Juve Stabia. Comincia la partita del casertano El Ouazni, attaccante che affiancherà Paponi. Al minuto 84 Vitiello lancia in profondità Canotto che in area impegna severamente Russo. All’89 la Juve Stabia agguanta il pareggio. Calcio piazzato dalla lunga distanza per Calò che, complice una deviazione, sorprende Russo.

JUVE STABIA – CASERTANA 1-1

JUVE STABIA: Branduani; Vitiello Troest Marzorati Aktaou (da 35’ st El Ouazni); Mastalli Calò Melara (dal 24’ st Elia); Carlini (dal 18’ st Vicente) Paponi Canotto. A disp.: Venditti, Cotticelli, Schiavi, Ferrazzo, Di Roberto, Castellano, Viola, Dumancic, Mezavilla.  All.: F. Caserta.

CASERTANA: Russo; De Marco Blondett Pinna Zito; D’Angelo Romano Vacca (dal 35’ st Ferrara); Mancino (dal 27’ st Lorenzini); Padovan (dal 38’ st Alfageme) Castaldo. A disp.:  Zivkovic, Ciriello, Floro Flores, Cigliano, Santoro. All.: G. Fontana.

ARBITRO: Giovanni Nicoletti di Catanzaro.

MARCATORI: Castaldo al 29’ pt, Calò al 44’ st

NOTE: espulso Pinna al 29’ st per somma di ammonizioni; espulsi D’Angelo e El OUazni al 49’ st; ammoniti De Marco (5’ pt), Pinna (10’ pt), Calò (12’ pt), Mancino (40’ pt), Pinna (29’ st), Blondett e Troest (33’ st);