Tutto secondo copione: Volalto travolta a Perugia

La Volalto in azione

La Bartoccini Gioiellerie Perugia supera la Golden Tulip Volalto Caserta con il punteggio di 3-0 e conquista, così, tre preziosi punti per la classifica. La salvezza, però, è ancora discorso aperto anche se questo successo per forza di cose mette più pressione alla rimonta di Marsala.

Giunta in umbria senza Cvetnic, una delle sue bocche da fuoco più importanti, la VolAlto ha, invece, giocato una partita di grande sostanza, capace di coinvolgere tutti nella fase offensiva. Certo l’impresa non si presentava agevole, ma la Golden Tulip ci ha messo davvero tutto per onorare al massimo la sfida.  Da segnalare i sei punti di Marangon e, soprattutto, il primo punto in serie A di Forte, giovanissima atleta del vivaio rosanero. Un fiore, un raggio di luce a squarciare il grigiore

La cronaca

La Bartoccini scende in campo con Repice, Mazzini, Pascucci, Zuleta, Tomic, Lotti e Giampietri nel ruolo di libero; la Golden risponde con Marangon, Mabilo, Manig, Silotto, Taje, Denysova e Barone libero. Partono bene le dragonesse, ma le padrone di casa riagganciano sul 7-7. Primo break da parte delle perugine sul +3 (11-8). Reagisce subito Caserta.  (11-11). Si prosegue punto su punto, con le ragazze di Fabio Bovari sempre un po’ avanti fino a portarsi a +4 (18-14), quando coach Madonna chiama il time out. Di ritorno in campo la Bartoccini continua a macinare gioco con Repice prima e Pascucci poi che mettono il pallone a terra per il 23-19. Coach Madonna chiama di nuovo il time out, ma l’inerzia della sfida rimane a  Perugia che si aggiudica il parziale per 25-19.

Secondo set

Comincia bene per le magliette nere che si portano subito sul 3-0. Lotti, Tomic e Repice colpiscono ripetutamente il taraflex avversario, La difesa delle campane è in grande affanno. . Sul punteggio di 11-4 coach Madonna chiama il primo time out del parziale. Di ritorno in campo la Bartoccini continua la sua corsa. Repice segna anche il 13-7 con un ace su battuta. La Golden Tulip prova a rialzarsi. Con orgoglio recupera. Denusova fa quel che può, ed anche al centro arrivano punti a dar linfa allo score di Caserta (18-14). La Bartoccini capisce che non è il caso di alzare il piede dall’acceleratore. Così, Repice mette palla a terra, seguita da Lotti. Alla fine è un ace di Pascucci che segna il 25-19 conclusivo.

Terzo set

Il primo break è delle padrone di casa (4-2).Si prosegue con Zuleta che realizza un ace per il 6-3 seguita da Tomic che mette palla a terra per l’8-3. A questo punto coach Madonna richiama di nuovo il time out. Dopo i 30″ canonici di break la Bartoccini resta avanti fino al +7 (13-6). Caserta non ci sta e si porta a -3 (13-10) e coach Fabio Bovari chiama il primo time out della partita. La fast della Repice e la schiacciata vincente della Barbolini aprono il break per le umbre. (16-11).  Denysova suona la carica. Ancora una volta Caserta dimostra di non voler essere solo mera comparsa. Le rosanero risalgono al meno due. (16-14). Il punteggio segue i cambi palla, poi Tomic e Lotti firmano un nuovo allungo (21-17). Altro ace anche per Zuleta che segna il +5 (22-17). Le campane provano a ricucire, ma il muro di Lotti griffa il match point. Le rosanero hanno un nuovo sussulto, ritornano sul meno dueSul 24-22 coach Fabio Bovari chiama il time out. Di ritorno in campo Vittoria Repice schiaccia e sigla il 25-23 vincente.