Bove conosce già la ricetta vincente: “Nel 2015 sono tornato per riportare il San Marco Evangelista in Promozione. Derby? Motivazioni automatiche”



Raffaeke Bove del San Marco Evangelista

SAN MARCO EVANGELISTA – Il derby è sempre il derby. Nonostante non goda dello stesso prestigio di Milan-Inter o di Roma-Lazio, ogni stracittadina è sempre vissuta in ogni località sempre con grande emozione ed adrenalina. Ne sanno qualcosa a San Marco Evangelista, dove domani pomeriggio, sabato 14 gennaio, alle 14.30 al “Comunale” andrà in scena il derbyssimo tra il team del presidente Pasquale Tedesco e l’Atletico San Marco Evangelista. Una partita che i ragazzi allenati da Francesco Scagliarini non vogliono sbagliare, nella corsa all’inseguimento dell’attuale capolista Puglianello. Enorme è l’attesa per il club del direttore generale Vincenzo Carozza e del direttore tecnico Angelo Petriccione che vogliono partire con il piede giusto domani.

La carica per la sfida sentitissima arriva direttamente da uno dei calciatori più esperti dell’organico, il portiere Raffaele Bove: “Mi aspetto una gara dura. Essendo un derby, le motivazioni nascono automaticamente, senza guardare il tasso tecnico delle squadre. La partita sarà molto combattuta ma leale, con il rispetto reciproco sia fuori che dentro al campo. La gara è slittata di una settimana ma questo non cambia i programmi che sono sempre gli stessi. Bisogna puntare al vertice della classifica, l’organico ce l’abbiamo e crediamo nei nostri mezzi. Un po’ di rammarico si sente ancora per non aver chiuso il 2016 al primo posto, ma abbiamo affrontato una squadra tosta come la Polisportiva Volturno di Telemaco Russo”.



Per il pipelet classe ’88 di Maddaloni questa è la terza annata a San Marco Evangelista dopo gli albori nella Maddalonese e nella Casertana e le esperienze in D con il Castelsardo, in Eccellenza con l’Alba Sannio, ancora Casertana, San Teodoro, Nola ed in Promozione con Solopaca, Vitulazio e San Marco Trotti. Nell’estate del 2015 è tornato a San Marco Evangelista per riportare i giallorossi in Promozione, dopo aver vinto i play-off di Prima Categoria nel 2012-2013: “Mi trovo bene qui. L’ambiente è tranquillo, con una società che vuole salire di categoria ed ha ambizione. Il presidente Tedesco è un tifoso della squadra del suo paese, noi stiamo cercando di fare tutto il possibile per realizzare il suo sogno, cercando di dare il massimo in mezzo al campo. Guardando il calendario, credo che nelle prime cinque giornate del ritorno, capiremo chi lotterà per il vertice, chi saranno le inseguitrici e chi dovrà sudare per i play-off”.

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA A.S.D. SAN MARCO EVANGELISTA