La Real Maceratese domina e non segna, la Rinascita U.S. Vico è spietata e vince

La Real Maceratese in campo a San Gennaro Vesuviano
La Real Maceratese in campo a San Gennaro Vesuviano

CARBONARA DI NOLA – Una grande prestazione non basta alla Real Maceratese per fermare la capolista Rinascita US Vico. Al campo sportivo comunale “Sallustro” di Carbonara di Nola, i maceratesi del presidente Andrea Guida e del vicepresidente Giuseppe Iannotta confermano di essere in una condizione invidiabile e costruiscono una serie impressionante di occasioni, purtroppo non sfruttate. La Rinascita U.S. Vico si dimostra squadra cinica e spietata, infatti conquista la vittoria per 1-0 grazie al rigore trasformato al 56’ da Liccardi. Rammarico per il risultato da parte del team del direttore generale Modesto Giraldi, del direttore sportivo Salvatore De Cesare e del segretario Raffaele Iannotta, ma lascia ben sperare la prestazione dell’intero collettivo che deve concretizzare la gran mole di gioco creata.

GARA. Dopo una prima fase di studio, sale in cattedra la Real Maceratese che inizia a macinare gioco. Stellato non riesce a trafiggere Loffredo al 20’, su assist di Riccio. Pezzullo ci prova dal limite ma il suo bolide è fuori bersaglio (25’). Tre minuti dopo la girata di Riccio non impensierisce il portiere (28’). Ad inizio ripresa la Real Maceratese torna in campo determinata e costruisce l’azione più limpida del match. Su calcio piazzato Borrelli colpisce il palo, approfittando della deviazione di Scalera: sul pallone vagante si proietta Abate che liscia la sfera da ottima posizione e Loffredo recupera palla (50’). Goal mangiato goal subito: la crudele legge del calcio non fa sconti e la Rinascita U.S. Vico si porta in vantaggio al 56’. Mentre stava uscendo dall’area, Aiello si fa rubare palla da Brancaccio e, poco dopo, lo atterra ingenuamente. Per l’arbitro non ci sono esitazioni nel concedere il penalty che Liccardi trasforma. Questa volta Mormile non riesce a parare il calcio di rigore, dopo le tre respinte precedenti. Liccardi si conferma glaciale, infatti ha trafitto il pipelet napoletano sia quando giocava col Campania nel girone d’andata che ora. I maceratesi di Giuseppe Cicala non si demoralizzano ed al 73’ si ritrovano in superiorità numerica per l’espulsione per doppia ammonizione di Brancaccio. Nell’ultimo quarto d’ora parte l’arrembaggio all’area locale, ma purtroppo non arriva il goal del pareggio, nonostante le occasioni capitate sui piedi di Stellato, Abate e Riccio. La Rinascita vince così col punteggio di 1-0, ma la Real Maceratese è orgogliosa di aver messo in pericolo il primato con una grande performance.

Tabellino: RINASCITA U.S. VICO-REAL MACERATESE = 1-0 (parziali: 0-0; 1-0)

RINASCITA U.S. VICO: Loffredo, Ottaviano, Simonetti, Bracale, Battaglia, Cerchia (61’ Addeo), Brancaccio, Yacoubi, Barone (68’ Barbati), Tufano, Liccardi (82’ Iodice). In panchina: Carbone, Pinchera, Cerciello, Manzi. Allenatore: Luigi Sanchez

REAL MACERATESE: Mormile, Abate, Aiello (65’ Gatta), Forro, Lauritano, Scalera (74’ Faenza), Riccio, Borrelli, Stellato, Pezzullo, Trotta. In panchina: Delli Paoli, Maggio, Cesta, De Luca, Carnevale. Allenatore: Giuseppe Cicala

RETE: 56’ Liccardi su rig. (RUS)

ARBITRO: Marco Tizzani della sezione di Avellino (assistenti: Raffaele Balbi e Fabrizio Salvati di Avellino)

NOTE: Ammoniti: Bracale, Barone (RUS); Trotta, Stellato, Pezzullo (RM).  Espulsi: Brancaccio, Carbone (RUS). Allontanato: Palmiero (RM). Spettatori: 300 circa

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA A.S.D. REAL MACERATESE