Orefice manda un segnale al Carano: “Il bello comincia adesso, sarebbe un peccato fermarsi”

In campionato il Monte di Procida negli scontri con il Carano ha vinto e pareggiato

Mimmo Orefice

 Domenica pomeriggio al “Comunale” di Cellole andrà in scena la semifinale play off tra Carano e Monte di Procida. Per la compagine napoletana, i punti necessari per agguantare questa fase finale sono stati raggiunti grazie al ricorso vinto sul Marcianise per l’impiego di un calciatore squalificato. “I play off sono il coronamento di una stagione straordinaria” – dichiara Mimmo Orefice – “abbiamo conquistato sul campo 50 punti e il quarto posto, in un girone in cui c’erano corazzate come Gladiator, Savoia, San Nicola, Torrecuso e Carano, siamo orgogliosi di noi stessi e di questa società che se lo merita”.  In campionato il Monte di Procida negli scontri con il Carano ha vinto e pareggiato, ma Orefice precisa “In una partita secca tutto ciò che hai fatto in campionato viene azzerato, ora non contano più i precedenti ma le motivazioni. Noi ci stiamo preparando al meglio per questa sfida, siamo consapevoli che difronte avremo una squadra fortissima ma abbiamo già dimostrato di poterla battere, abbiamo un solo risultato dalla nostra parte e cercheremo di raggiungerlo”. La compagine del mister Ambrosino essendosi classificata come quarta, dovrà giocare la fase regionale sempre in trasferta, ma nonostante tutto vedendo il buon gioco, potranno giocarsela con tutti anche se forse sulla carta partiranno da sfavoriti “Non ci prefiggiamo nessun obiettivo, arrivati a questo punto ce la giocheremo con tutti a viso aperto, il nostro calcio resta sempre quello, la nostra mentalità sempre la stessa, purtroppo dovremmo solo vincere in qualsiasi partita, speriamo di arrivare il più avanti possibile”.  Il centrocampista napoletano lascia poi trapelare anche la voglia di andare avanti, considerando i play off non come punto di arrivo, bensì di partenza, ed infatti sottolinea, “Il sorriso del Presidente e la soddisfazione della società testimoniano l’ottimo lavoro svolto dal nostro allenatore e da questo gruppo di ragazzi fantastici, la nostra è stata una stagione fantastica, una cavalcata stupenda, ricca di soddisfazioni ma il bello comincia adesso e sarebbe un peccato fermarsi”.