Il Macerata subisce il tris ma si lamenta dell’arbitraggio

Stemma società

Arrivati allo stadio “O BARASSI” di Secondigliano, abbiamo un’accoglienza bella dalla società; troviamo come su tutti i campi due commissari di campo e un arbitro di 13 anni.

Le due squadre scendono in campo osservano il minuto di raccoglimento in memoria di Morosini.

Palla a centro e si inizia, il Macerata Campania dai primi minuti si mostra da subito aggressivo e ben messo in campo con carattere concentrazione e disciplina agonistica. Al primo minuto palla a Lombardi che trova Mancini M. Sulla fascia destra gran discesa mette a centro dell’aria di rigore colpo di testa di Pasqualicchio di poco alto sulla traversa. Al 5 minuto del primo tempo palla a sorgente che trova lo stesso Mancini M. Ancora una volta pericoloso sulla fascia destra, cross ha centro dell’aria avversaria colpo di testa di Anziano di poco fuori al lato sinistro del palo. La squadra avversaria dell’azzurra Napoli si mostra poco decisa sotto porta, al 6 Minuto palla ha De Marino ma la gran massiccia presenza in difesa di Di Gennaro Gaetano alla quale  fa sentire il proprio fiato sul collo dell’avversario rende innocui gli attacchi della squadra avversaria. Al 30 del primo tempo gran palla di Lombardi di nuovo allo stesso Mancini M. Che con una discesa sulla fascia destra trova De Martino che non riesce ad agganciare e la palla esce in calcio di fondo. Il primo tempo finisce sul risultato di 0-0. Nella ripresa il Macerata Scende in campo con lo stesso identico ritmo del primo. Al 20 minuto palla a Sorgente che a volo passa a Mancini M. che ha sua volta trova Pasqualicchio che con una serie di dribling fa impazzire la difesa avversaria. Al minuto 80° Palla di Lombardi a Mancini M. che cross a centro dell’aria di rigore colpo di testa di De Martino Domenico e palla in rete ma l’arbitro annulla per un presunto fuori gioco inesistente. Al 83 minuto contropiede avversario atterramento nella lunetta che delinea l’area di rigore, l’arbitro invece di assegnare il calcio di punizione si inventa un calcio di rigore che lo stesso De Marino realizza. Esce il portiere del Macerata per infortunio entra il portiere Iodice Maurizio. Esce De Martino entra Cicala. Il Macerata attacca e con due azioni di contropiede e in netto fuorigioco l’azzurra Napoli realizza altre due reti.

Il dirigente Francesco Marocco del Macerata; vista la presenza dei due commissari di campo mi sono rivolto a loro, per far annotare gli errori che un arbitraggio scandaloso che stava commettendo. La lega e il segretario Vincenzo Pastore, sta fortemente incidendo su un campionato oramai falsato, a tal punto che, abbiamo richiesto anche gli atti della gara tra la boys fontanelle e noi del Macerata Campania. Sulle dichiarazioni dell’arbitro e dei due commissari di campo sugli atti ufficiale danno nettamente ragione ha noi, e il giudice sportivo ci ha nettamente rigettato il ricorso. Ora ci siamo rivolti ad un nuovo ricorso nei confronti della boys alla commissione disciplinare di secondo grado territoriale. È un campionato falsato dall’inizio dopo l’uscita di scena del Capodrise, il calendario andava nettamente rifatto. Sabato c’è la giocheremo sul nostro terreno contro Il villa di Briano, cercando di fare nostro il risultato finale. Ancora una volta ci hanno inviato un arbitraggio scandaloso.

AZZURRA NAPOLI – MACERATA CAMPANIA  3 – 0

 

Azzurra Napoli scende in campo con: Ambrosino, Milo, Pisa, Mottola, Avitabile, Sartore, Savarese, Chianese, De Marino, De Luca. Allenatore Conte.

 

Il Macerata Campania scende in campo con; Mancini Paolo, Saputo, Nuovo, Sorgente, Di Gennaro Gaetano, Lombardi, Anziano, Mancini, De Martino, Pasqualicchio, Di Gennaro Giovanni. Allenatore Cicala.

 

Ammonito; De Marino, (A) per il (M) Sorgente, Lombardi, Cicala.

 

Arbitro Scarici Giovanni sezione di Napoli.