Il Volturno chiude quarto. Coppa all’Orizzonte Catania

Non sono bastati al Volturno i 6 gol della Guillet, passa il Recco

La Pro Recco si impone 14-7 sul Volturno nella finalina di consolazione della prima edizione della Coppa itali femminile di pallanuoto. Una prestazione un po’ incolore rispetto alla semifinale con l’NGM Firenze, persa per 10-9 nelle ultime battute di gara. Non essendoci posta in palio alta, forse la compagine gialloverde non ha messo in acqua le giuste motivazioni. Non basta alle sammaritane una prova magistrale di Louise Guillet, autrice di ben 6 reti, così come la Kisteleki per le reccheline, a tenere a galla il Volturno. Il Volturno crea, ma concede anche tanto alle avversarie, con la Masciandaro che finisce anzi tempo la gara, poiché gravata di 3 falli gravi già a metà secondo quarto. L’assenza della Valkai, rende la difesa meno arcigna, con la Pellegrino a mezzo servizio per motivi influenzali. I parziali sono 2-4, 1-2, 1-4, 3-4, che dimostrano come ci sia stato nonostante tutto un buon equilibrio nei singoli tempi. Un’avventura positiva e buoni allenamenti per il Volturno che ora deve lasciarsi alle spalle la manifestazione e concentrarsi sulla gara contro l’NGM Firenze alla ripresa del campionato. Restano altre buone prestazioni collettive, i 20 gol della francese Guillet, tornata sui suoi standard realizzativi abituali. Intanto la Coppa Italia è stata vinta dall’Orizzonte Catania che ha battuto solo nel finale l’NGM Firenze per 13-12. Gara in equilibrio per 3 tempi, poi la fuga del Catania e il ritorno delle gigliate. Allungano Garibotti e Miceli nel finale, poi la Gautschi accorcia, a pochi secondi dalla fine la Palmieri regala palla al Firenze che si salva con il portiere Ricciardi sulla Colaiocco a 3” dalla fine.

“La prestazione contro il Recco – ha commentato il tecnico gialloverde Salvatore Napolitano – non è stata all’altezza di quella mostrata in semifinale contro il Firenze, ma probabilmente ritornano i nostri ‘vecchi’ fantasmi ed abbiamo avuto un calo di tensione. Cosa che ci capita spesso dopo aver sprecato tante energie nervose. D’altronde non potevamo cambiare mentalità in una giornata, ma mi sarebbe piaciuto ricevere continuità di un certo tipo di gioco. Restano tanti aspetti positivi che mi fanno essere fiducioso, ma ci sono delle cose che dobbiamo migliorare per forza in questi ultimi due appuntamenti in campionato per salvare la stagione”.

In Serie B maschile il Volturno di Marco Fusco, sarà impegnato con il Cosenza in quel di Bari, in casa per il campo squalificato. Gli spartachini avranno ben 7 squalificati e contro una formazione fisica come la Tubisider sarà veramente dura nel match della dodicesima giornata del girone 4. Palla in acqua alle 13,45, arbitra De Simone. Si cercano punti salvezza.

 

Volturno SC-GMG Pro Recco 7-14
Volturno SC:
Ventriglia, Guillet 6, Starace, Giuliani, Pellegrino, De Simone 1, Ciampichetti, Di Monaco, Masciandaro, Ciccarello, Anastasio, Stellato. All. Napolitano.
GMG Pro Recco: Stasi, Zerbone, D’Amico, Kisteleki 6 (2 rig.), Isola 1, Cordaro, Maggi 1, Begin 3, De Benigno 1, Criscuolo, Bertora, Bonino 1, Gragnolati 1. All. Tempestini.
Arbitri: Colombo e Castagnola.
Note: parziali 2-4, 1-2, 1-4, 3-4. Uscite per limite di falli Masciandaro (V) nel secondo tempo e Criscuolo (R) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Volturno SC 4/9, GMG Pro Recco 3/9 + 2 rigori trasformati. Spettatori 500 circa.