Ricorso del Vitulazio al Giudice Sportivo per l’aggressione a Vincenzo Caputo

Il difensore rosanero è stato sostituito a fine primo tempo e trasportato all'ospedale per ulteriori accertamenti

Il direttore sportivo del Vitulazio Carlo Magliocca

Il Vitulazio ha deciso di fare reclamo per l’episodio incivile accaduto sabato pomeriggio nell’intervallo della gara tenuta al “Comunale” di Mondragone contro il San Pio. Il team manager Carlo Magliocca spiega la scelta della società di rivolgersi al Giudice Sportivo per non omologare il risultato di 3-0 conseguito sul campo: “A fine primo tempo il nostro difensore Vincenzo Caputo è stato colpito da alcuni pugni e da una bottigliata sulla nuca rifilatogli da un dirigente del San Pio che non gli hanno consentito di proseguire la gara. Il giocatore ha subito uno vero e proprio shock ed ha più volte vomitato nello spogliatoio. Lo abbiamo sostituito e lo abbiamo trasportato all’ospedale dove è rimasto fino alle 23. Di conseguenza l’esito della gara è stato falsato. Un altro nostro giocatore ha chiesto di essere sostituito e gli under in campo tremavano per la pressione casalinga. E’ una vergogna che una partita di calcio diventi luogo di tali episodi. Si parla tanto di fair play ed invece certe persone non fanno altro che macchiare la bellezza del calcio”. Il dirigente Magliocca rivolge importanti parole anche nei confronti del proprio direttore sportivo Paolo Filosa, cittadino di Mondragone e grande amico dei dirigenti del San Pio: “Sabato sera abbiamo tenuto una riunione nella quale abbiamo deciso di fare ricorso per rispetto di un nostro calciatore aggredito. Paolo Filosa ha cercato di dissuaderci da tale scelta ma noi andiamo per la nostra strada. Lui è un dipendente della SS Vitulazio e deve rispettare le decisioni del presidente. Se non è d’accordo può anche farsi da parte. Noi dobbiamo tutelare in tutti i modi la salute dei nostri giocatori e non possiamo passare sopra ad un episodio del genere”.