Tufano allo scadere regala la vetta al Miseria e Nobiltà

Tufano festeggiato dai compagni

Il Miseria e Nobiltà Maddaloni agguanta la vetta della classifica raggiungendo a quota 15 l’Afragola. I napoletani hanno osservato un turno di riposo mentre i gialloblù hanno violato il campo del Real Calvi Simaldone grazie ai gol di Verdicchio (promessa mantenuta) e Tufano. Peccato solo per l’espulsione di Guglielmo Loasses che salterà la prossima sfida contro il New Team San Giuseppe. Tre punti e vittoria meritata, ma ancora una volta a tenere banco sono le decisioni arbitrali che hanno mandato la dirigenza maddalonese su tutte le furie. “Siamo finiti nel mirino dei direttori di gara – ha detto subito dopo il fischio finale il vice presidente Del Monaco – e non sappiamo perchè. E’ già la quarta volta che ci penalizzano con atteggiamenti irritanti e decisioni assurde. Se vogliono costringerci a ritirare la squadra basta che ce lo facciano sapere. Io e la famiglia Verdicchio siamo davvero stanchi di subire in questo modo. Vengono fatti investimenti non da poco che rischiano di essere vanificati da personaggi non idonei”. Preferisce invece glissare sull’argomento l’allenatore-giocatore Massimo D’Angelo che concentra l’attenzione sulle capacità del gruppo: “Abbiamo vinto una battaglia durissima. Le dimensioni del campo non ci hanno aiutato perchè siamo abituati al nostro che è molto piccolo. I ragazzi però sono eccezionali perchè hanno dimostrato un gran carattere. E’ vero, siamo un gruppo ben amalgamato. Peccato che non siamo mai al completo eprchè tra impegni lavorativi e varie defezioni ho difficoltà a lavorare con tutti. Per adesso ci accontentiamo e speriamo che possa continuare questo momento felice. Il primo posto? Non lo guardiamo perchè siamo abituati a programmare sabato dopo sabato. Però non vi nego che è una enorme soddisfazione ritrovarci lassù”.

[matches league_id=9 mode=]

[standings league_id=9 template=extend logo=false]