Pepsi: nuovo cammino verso la salvezza

La Pepsi in azione

Un qualcosa di già visto. Un dejavù. Una scena, quella del giorno in cui vengono diramati i calendari, già passata sotto gli occhi di tutti gli appassionati della palla a spicchi tricolore. Eppure a tornare all’attenzione di tutto il popolo cestistico italiano e di quello casertano in particolare è la nuova tabella di marcia di una corsa che partirà il prossimo nove di ottobre con quella che è stata l’unica costante, l’unico comune denominatore con la vecchia versione della stessa tabella di marcia. Uguale ed intaccata, infatti, la prima giornata della precedente idea di calendario, dal momento che era molto semplice prendere la stessa (quella che per intenderci vedrà esordire la Juve al Palamaggiò contro la Benetton Treviso del mai dimenticato Claudio Coldebella ndr) copiarla ed incollarla all’interno di quella ‘brand new’ ed aggiungere il nome dell’Umana Venezia in fondo a tutto alla voce ‘riposa’. Già perché quest’ultima, sarà una voce presente in tutte le 17 e non più sedici, giornate di campionato, visto che la decisione di riammettere il club lagunare, ha portato alla presenza di un numero dispari all’interno di un campionato da anni a 16 squadre. Diciassette come le stesse giornate, le squadre partecipanti, in attesa che ne diventino 18 la prossima stagione con l’unica retrocessione prevista dalla LegaA e la doppia risalita dalla Legadue. E saranno proprio i bianconeri i secondi della lista a dover guardare tutti dalla poltrona in casa ed avere due settimane di preparazione prima di tornare in campo il 23 di ottobre prossimo. Una settimana in più di allenamenti e di lavoro che non poteva capitare meglio, dal momento che nella terza giornata Collins e compagni saranno immediatamente ospiti dei campioni d’Italia e freschi vincitori anche della sesta Supercoppa Italiana della Montepaschi Siena. Poteva andare peggio ed infatti alla Juve era andata non certo benissimo nella precedente stesura dove, invece c’erano ben quattro trasferte in Lombardia nelle prime uscite stagionali. Alla quarta giornata, invece, si ritornerà a Pezza delle Noci per affrontare la matricola Casale Monferrato, prima di terminare un mese di novembre che potrebbe anche essere da incubo per i colori bianconeri. Prima la trasferta a Varese (il sei di novembre), una settimana dopo il ritorno al Palamaggiò di Jumaine Jones con la sua nuova Scavolini Pesaro. Ancora sette giorni e la truppa di Sacripanti dovrà scendere in campo al Pianella per affrontare un altro ex, Andrea Trinchieri e la Bennet Cantù. L’ultima domenica di novembre, invece, sarà il giorno della classica delle classiche per il basket italiano degli anni ’80 e ’90, ovvero la venuta all’ombra della Reggia vanvitelliana dell’Armani Jean Milano di Scariolo. Doppia turno in trasferta per aprire il mese di Dicembre – prima Roma e poi Cremona – per poi passare attraverso quella che ormai è una costante degli ultimi anni ed unica certezza per il basket casertano di dicembre dopo la venuta del Santo Natale: la trasferta il 27 di dicembre nella tana dei lupi di Avellino. Tre giorni dopo, invece, toccherà alla Virtus Bologna chiudere il 2011, mentre all’Umana Venezia dare il benvenuto al 2012 il 3 di gennaio. Cinque giorni dopo sarà ancora tempo di amarcord, di vecchi ricordi e di un passato che torna a ‘casa’. Dopo Jumaine Jones, l’otto gennaio sarà l’ex capitano Fabio Di Bella a presentarsi al cospetto dei suoi ex tifosi che poi una settimana dopo potranno tirare le prime somme sulla stagione della Juve con il girone di andata che si chiude con ancora un turno casalingo contro l’Angelico di Biella.

Domenico Pezzella