Volturno, al via l’ultima settimana di preparazione



La Masciandaro carica le compagne: "Dimostriamo di essere un gruppo vincente"

Lunedì inizierà l’ultima settimana di allenamenti pre-campionato per il Volturno. Infatti, sabato primo ottobre prenderà il via la Serie A1 con le gialloverdi impegnate in trasferta col Plebiscito Padova. Il team di coach Napolitano in questi ultimi giorni di preparazione (non c’è stato troppo tempo a disposizione per potersi allenare) farà lavoro di scarico concentrandosi su gioco e velocità. Dopo una settimana difficile con tante assenze per influenza ed acciacchi vari, le ‘Spartane’ finalmente a partire da domani saranno di nuovo al completo per prepararsi al meglio e fare quadrato attorno alle disposizioni tattiche di Napolitano che quest’anno ha davvero una vasta vasta scelta come varietà di soluzioni di gioco sia in attacco che in difesa. Domani  sera tornerà in Italia anche la Guillet, impegnata in serata con la Francia contro l’Ungheria, in patria. Non sono ancora previste amichevoli al momento. “E’ difficile trovare avversarie di livello con cui allenarti nei paraggi – dichiara capitan Masciandaro – perché le altre squadre campane sono in B e il loro campionato inizierà più in là. Svanita l’ipotesi NGM Firenze, sarà meglio concentrarci su noi stesse e giocare a ranghi misti, dato che ora abbiamo i numeri per farlo”. E sul gruppo il centrovasca conclude: “La Guillet ama lo spettacolo ed è quello che ci serviva, poiché veloce nel nuoto, poi è molto simpatica. Con Starace e Valkai formerà un bel trio imprevedibile. Il gruppo è quello solido a cui di anno in anno si sono aggiunti altri tasselli, che si riescono ad integrare molto bene, infatti posso dire che già siamo un gruppo unito pronto ad affrontare questa ‘avventura’. Sarà una bella, anche se dura, stagione, dato che il campionato a 10 squadre offre il meglio in Italia attualmente e non dovremo mai scoraggiarci”. Il Volturno deve dimostrare di essere un gruppo vincente, come lo è stato negli ultimi 2 anni e magari riportare anche in Nazionale A qualche atleta. “A me fa sempre strano non vedere quantomeno Daria Starace tra le convocate azzurre – conclude la Masciandaro -, ma col ritorno di Di Mario, non si può mai sapere. Magari una campionessa come lei troverà spazio nel Setterosa e darà una spinta a tutte noi. Una chiamata la meriterebbe anche la Valkai, tra l’altro”, puntualizza.