Bis del San Pio Mondragone: Sansone stende il Vitulazio

L'autore del gol partita Sansone

Il San Pio batte 1-0 il Vitulazio con il minimo sforzo e bissa la vittoria della settimana scorsa a Lacco Ameno. Dopo i problemi iniziali la squadra del presidente Ciriello sta prendendo forma e, seppur non giocando una grande partita, porta a casa tre punti importantissimi contro un buon Vitulazio. Il tecnico granata Ulivi deve fare a meno dello squalificato Novellino e al suo posto presenta al centro dell’ attacco Verolla accanto al grande goleador  Zaccaro. L’ allenatore rosanero Fischetti lancia il tandem d’attacco Gheremedin-Santangelo supportato da Papa. Neanche un giro di lancette che subito il San Pio opta il primo tiro a porta con Verolla, ma Rotta manda in calcio d’ angolo. Al 6’ il goal partita. Per un fallo sulla sinistra sull’ inesauribile Filagrossi, vera spina nel fianco della difesa ospite, viene affidata una punizione a Sansone. Il numero 8  mette  in area, Rotta non esce e la palla carambola in porta dopo l’inutile tentativo sulla linea di Giuliano. La replica del Vitulazio non arriva e i padroni di casa cercano di arrivare quantomeno al raddoppio. Ci tenta più volte da fuori Zaccaro al 15’, al 22’ e al 25’ ma il pallone finisce sempre alto. Al 26’ prima vera occasione per i vitulatini con Papa, che si libera al tiro dal limite dell’area ma il tiro va alle stelle. Al 34’ brutto episodio per il laterale rosanero Giuliano che deve uscire in barella dopo un brutto colpo offerto da Verolla. L’arbitro incredibilmente non usa alcun cartellino, in quanto l’ attaccante di casa già era ammonito. Certi falli sono da evitare, perché procurano seri infortuni ed inoltre sarebbe giusto da parte dell’ arbitro usare la mano pesante per fermare questi comportamenti. Al 54’ occasionissima per Longobardi, ma Rotta gli dice di no e respnge in calcio d’ angolo. Il Vitulazio cresce di minuto in minuto ma non riesce a creare vere occasioni da rete, gli unici pericoli vengono creati da Santangelo e Papa. Durante l’ intero match, la corsia di sinistra rosanero è messa a ferro e fuoco da un Filagrossi in stato di grazia, infatti dalla sua fascia partono tutte le azioni più importanti del San Pio. L’ex capitano del Monte di Procida mette continui cross invitanti ma né Verolla prima e De martino poi riescono a concretizzare. All’ 83’ punizione dal limite di De Martino ma la traversa gli nega il goal. Nel finale arrembaggio dei rosanero ma Gheremedin all’ 86’ si fa cacciare per doppia ammonizione per un fallo di simulazione. L’ occasione del pareggio capita al 93’ sui piedi di Papa, che sfrutta un errore in disimpegno della difesa e ci prova da 35 metri ma il suo tiro scheggia la traversa.

SAN PIO MONDRAGONE-VITULAZIO  1-0
SAN PIO MONDRAGONE:Buonocore-Peluso-De Filippo (91′ Morrone)-Capasso-Fulco-Longobardi-Parisi (62′ De Martino)-Sansone-Verolla (71′ D’Amore)-Zaccaro-Filagrossi         All. Ulivi
VITULAZIO:Rotta-Graziano-Tuccillo-Luongo (61′ D’Onofrio)-Stendardo (81′ Gennarelli)-Sposito-Papa-Di Lillo-Giuliano (35′ Picozzi)-Gheremedin-Santangelo      All. Fischetti
RETI: 6′ Sansone (SPM)
ARBITRO: Bosso Gaetano di Napoli
AMMONITI: Verolla-Sansone-Longobardi (SPM) Stendardo-Santangelo-Gennarelli (V)
ESPULSO: Gheremedin all’ 86′ per doppia ammonizione (V)
SPETTATORI: 600 circa