La Volalto accede alla seconda fase di Coppa Italia

 

La Volalto 2010 a Benevento

Dopo lo strepitoso campionato dello scorso anno, conclusosi con la brillante promozione in serie B2, le atlete del Volalto hanno iniziato a prendere contatto con la nuova realtà della serie nazionale, con la prima fase della Coppa Italia riservata alle squadre di categoria. Inserita nel girone con l‘Accademia Benevento, gloriosa formazione con trascorsi in serie A, e il Bisignano di Cosenza con la formula del “concentramento” in un’unica giornata, disputatasi a Benevento sabato scorso 11 settembre, dopo solo due settimane di preparazione, le casertane hanno iniziato subito alla grande, battendo nella prima, decisiva partita, le favoritissime sannite, una delle squadre più accreditate per la vittoria finale in serie B, dopo oltre due ore di autentica “battaglia” sportiva, con il risultato spesso in bilico e con continui cambiamenti di fronte, come del resto testimoniato dai parziali: 25-22; 20-25; 25-27; 24-26. Nel primo set coach Lina Infante, coadiuvata dal secondo Alfonso Rimauro, anche in considerazione dell’assenza del forte opposto Valentina Fusco, assente per motivi familiari, decideva di schierare la formazione migliore del momento, con le attaccanti di banda Grazia Fattaccio e la nuova arrivata Marianna Iarnone, centrali Michela Ricciardi e Sabina Cerullo, palleggiatrice Veronica Masella opposto Melina Salzillo e libero Federica Barone. La carenza di preparazione da entrambe le parti si faceva sentire, ma non èp mai mancato lo spirito combattivo che ha sempre contraddistinto la squadra nel passato, capace di rimonte quasi impossibili proprio perché in virtù della capacità di non mollare mai, anche, o soprattutto,  in situazioni difficili. Il set scivolava via tra alti e bassi, con le casertane prima in testa, poi raggiunte e superate dalle avversarie che concludevano sul 25 a 22. Da questo momento in poi, però, il Volalto decideva di fare sul serio, conquistando i successivi tre set e vincendo per 3-1, Da rilevare, a sostegno di quanto detto prima, che in ben due occasioni, nel secondo e quarto set, le casertane riuscivano a chiudere vittoriose, rimontando, in entrambe le occasioni, il 24-21 a favore delle beneventane. Vittoria tonificante, anche perché ottenuta in casa di una delle protagoniste del prossimo campionato, anche se poi, in fondo, questa gara è da considerarsi un test molto relativo per entrambe le formazioni, il campionato, che inizierà tra oltre un mese, sarà certamente un’altra cosa. Comunque è stata una bella vittoria, che certamente fa morale, e che comunque ha “detto” che il Volalto è squadra ostica, sempre difficile da battere per chiunque. Buone le prestazioni in questa prima partita della palleggiatrice Masella, dell’attaccante Iarnone e della centrale Cerullo, ma tutte hanno disputato una buona gara, al limite della loro possibilità attuali, anche Paola Paioletti, subentrata a Melina Salzillo nel corso dell’incontro. Nella seconda gara il Benevento ha avuto facilmente ragione del Bisignano – 3 set a 0 – con le calabresi che hanno giocato poco dopo essere arrivate nella città sannita, con molte ore di viaggio sulle spalle e quindi al di sotto delle loro possibilità. A questo punto, nella terza gara, in programma alle ore 20,00, al Volalto sarebbero bastati due set per chiudere vittoriose il girone ed accedere alla fase successiva. La gara si è rilevata più difficile del previsto, sia perché le cosentine nel frattempo si erano “riprese” dalle fatiche del viaggio, pur con una partita disputata cinque ore prima, sia perché le atlete casertane accusavano oltre misura la stanchezza, tenendo presente che la sveglia era suonata all’alba e la loro seconda gara si è conclusa dopo oltre 18 ore. Inoltre, ad inizio gara, l’attaccante Iarnone accusava un risentimento muscolare alla coscia sinistra per cui lo staff tecnico decideva di non rischiarla mandando in campo la capitana Paola di Gennaro, al rientro dopo il grave infortunio del gennaio scorso ed in condizioni ancora precarie. Dopo aver così perso il 1° set a 21, il Volalto batteva le avversarie nel secondo con il punteggio di 25-21, mentre nel terzo set, anche in virtù di alcune sviste arbitrali, le cosentine avevano nuovamente ragione per 27-25. A questo punto coach Lina Infante decideva di schierare una formazione più in salute, con Salzillo di banda e Paioletti opposto e veniva fuori il carattere delle volaltine, consapevoli di dover vincere a tutti i costi il quarto set per non vanificare tutto. E così è stato, con il Bisognano quasi annichilito, battuto nettamente per 25 a 11! Vinto il girone i tecnici decidevano di schierare per il 5° e ormai inutile set, tutte le giovanissime atlete presenti, dalla palleggiatrice Chiara Curia alla centrale Alessandra Bonagura al libero Daniela Rosano, che con le giovanissime Paioletti e Martina Lioniello, il secondo libero che ha giocato addirittura da attaccante, facendo riposare le titolari e soprattutto concedendo un momento di gloria alle piccolissime del ricco vivaio Volalto. E le terribili matricole hanno disputato una gara imprevedibile, tenendo sulla corda le titolate avversarie, pur sempre atlete di serie B, “rischiando” anche di vincere set e partita, battute al tie-break soltanto dopo un avvincente finale sull’incredibile punteggio di 20 a 18, regalando così un’altra emozione ai tifosi presenti. Ora, in attesa del campionato e con la seconda fase di Coppa Italia che verrà disputata nel periodo natalizio (probabilmente in Sicilia), le atlete di Lina Infante proseguiranno la preparazione con l’ausilio di qualche amichevole, ancora più consapevoli però della loro forza.