Gladiator: poker alla Redas, si avvicina la C1



Alessandro Fiorentino

Altro passo in avanti per il Gladiator nelle finali per la promozione in C1. C’era il pubblico delle grandi occasioni al Pentius Club. Non poteva essere altrimenti per il  primo round del triangolare finale che decreterà la quarta ed ultima squadra della  categoria ad ottenere il pass per la serie C1. Il sorteggio ha voluto che si sfidassero per  il primo dei tre incontri Redas Napoli e  Futsal Gladiator. Entrambe si sono classificate  seconde nei rispettivi gironi al termine della regular season. Nella fase precedente dei  play-off hanno eliminato Aversa e Montella. Le aspettative della vigilia sono quelle di una  gara intensa ed equilibrata in virtù del livellamento dei valori delle due contendenti, ma  anche di incertezza e curiosità in assenza di reali termini di paragone poichè le due  squadre sono state protagoniste di gironi differenti. Partenza sprint per il Gladiator che  mette in difficoltà la Redas Napoli attraverso un’ottima gestione del possesso palla e  rischiando molto poco in difesa. La porta di Raia resta invìolata solo in seguito alle  numerose palle gol sprecate dai casertani. Il Gladiator non riesce a sfruttare negli ultimi  15′ della prima frazione di gioco la possibilità di andare al tiro libero con la Redas a  cinque falli accumulati. Ma dopo l’unica palla gol nitida sprecata dai padroni di casa con  Pietro Potenza, allo scadere del primo tempo gli ospiti passano grazie ad una ripartenza  centrale di Fiorentino, favorita anche da un rimpallo sull’uscita di Raia (0-1). La ripresa  inizia nel segno del nervosismo. Volano cartellini gialli a raffica, a farne le spese è  prima Scialla, espulso per somma di ammonizioni, e poi il tecnico Sparaco. In superiorità  numerica la Redas ha soltanto una clamorosa occasione per pareggiare, ma Caputo si salva  con la complicità del palo e la difesa del Gladiator bassa e compatta resiste. La Redas,  ristabilita la parità numerica, continua a provarci ma in maniera disorganizzata e con  conclusioni scarsamente efficaci. Il Gladiator commette anche il quinto fallo al 15′, ma  trova il raddoppio al 20′ con Fiorentino, lasciato colpevolmente solo (0-2). Arriva dai  dieci metri un’altra opportunità per rientrare in partita, ma Scolavino si fa parare il  tiro libero. Nel finale i gol di Murante e Coronella fissano il punteggio sullo 0 a 4 per  un Gladiator che ha meritato ampiamente la vittoria. Soddisfatto il tecnico del Gladiator  Sparaco: “Abbiamo disputato la partita perfetta. Avevo a disposizione una relazione su  questa squadra e sapevamo come affrontarla. I ragazzi hanno gestito al meglio la gara anche  dal punto di vista nervoso e la vittoria penso sia giusta. Ora tocca a noi, sappiamo che  con il Sala Consilina abbiamo il match point giocando anche in casa”. Deluso il tecnico  Breglia: “E’ stata una delle partite più brutte dell’anno. Abbiamo fato il contrario di  quello che c’eravamo detti. Siamo stati lenti, poco equilibrati ed intimoriti  dall’avversario. Ora non ci resta che onorare la sfida con il Sala Consilina e fare i  complimenti a chi andrà in C1”.     

 



REDAS NAPOLI – FUTSAL GLADIATOR 0-4

REDAS: Raia, D. Riso, Martone, Scolavino, L. Riso, Contaldi, Fralotto, Esposito, P.  Potenza, S. Potenza, Prestia, Pozzi. All. Breglia.
GLADIATOR: Caputo, Fabozzo, Marinetti, Coronella, Murante, Fiorentino, Scialla, Gallo,  Russo, Capitelli, Saulino. All. Sparaco.
ARBITRO: Elefante
MARCATORI: 30′ Scialla, 50′ Fiorentino, 57′ Murante, 62′ Coronella (G)
NOTE: ammoniti L. Riso, P. Potenza, Pozzi, Scolavino, D. Riso della Redas Napoli e  Coronella e Scialla del Gladiator. Espulsi Scialla del Gladiator al 28′ e S.Potenza della  Redas al 23′

Punto5.it