IL MILAN SU UN TALENTO CASERTANO. Da San Prisco il re dei bomber di tutta l’Under 17 Lega Pro



Salvatore Fusco

SAN PRISCO – Goal, goal ed ancora goal. Nella sua vita Salvatore Fusco ha segnato più goal che mangiare pizze. Non è certo un’esagerazione per un ragazzo nato con il goal nel sangue, in virtù dell’eredità di papà Massimiliano. A tre anni già aveva un feeling con la porta, vedendo le gesta del papà, ed appena ha iniziato nella scuola calcio di famiglia, lo Sporting Club San Prisco, si è fatto conoscere per le sue doti. Di piede, di testa, rasoterra, a volo ed in acrobazia, il minibomber classe 2005 ha segnato in tutti i modi e di sicuro lo avrà aiutato anche il cugino/fratello Valerio Boffelli (portierino classe 2004, gioca nel Napoli ed ha già fatto presenze in panchina in Serie A). Da ragazzini (ma anche tutt’ora) sono state interminabili le sfide con Salvatore che tirava e Valerio che parava. Un particolare che non va sottovalutato perché fare goal a Valerio Boffelli nelle porte di calcio a 5 ed a 11 è davvero complicato.

RE DEI BOMBER. In ogni campionato e torneo a livello giovanile, Sasà ha vinto i premi come capocannoniere. Si racconta che a casa Fusco c’è una stanza piena di trofei ed anche quest’anno Sasà si è confermato, laureandosi re dei bomber dell’Under 17 Lega Pro con la maglia dell’Avellino. Dalla scorsa estate infatti, dopo un’esperienza in passato a Benevento e le ultime stagioni al Gladiator, l’enfant prodige milita in maglia biancoverde ed ha contribuito con prestazioni e goal al raggiungimento delle Final Four nel campionato Under 17 di Lega Pro. Ben 20 sigilli nella stagione regolare e 2 nei play-off: è questo il bottino di Sasà che segue le orme di papà Massimiliano, bomber d’altri tempi con Bojano, Marcianise, Real Volturno e Gladiator. L’Avellino è uscito in semifinale contro il Padova ma ad accorgersi delle qualità balistiche di Fusco è stato il Milan che lo sta monitorando. Rumors parlano di un forte interesse, staremo a vedere se Salvatore spiccherà il volo verso il settore giovanile del club campione d’Italia.